OFFERTA DEL GIORNO

Google AdWords in ebook a 4,99€ invece di 14,99€

Risparmia il 67%
Home
Vodafone cede l’asset giapponese

22 Marzo 2006

Vodafone cede l’asset giapponese

di

La nota compagnia inglese venderà la quota di controllo nella sua unità nipponica all´Internet provider Softbank Divisione Giappone

Nuove strategie business sono in corso tra il colosso inglese Vodafone e Softbank, secondo Internet provider del Giappone. Sembra infatti che il noto operatore di telefonia sia in trattativa per cedere la quota di controllo in Vodafone Japan alla Softbank per una cifra di 6,8 miliardi di sterline, circa 10 miliardi di euro.

Di questa somma, 6 miliardi andranno agli azionisti, il resto, invece, verrà conferito in azioni della Newco, in cui confluirà Vodafone Japan.

Già da qualche tempo Vodafone stava cercando di vendere la propria divisione giapponese ed era alla ricerca di un possibile acquirente. Su Vodafon Japan, la compagnia inglese ha investito oltre 2 miliardi di dollari senza, però, ottenere notevoli risultati in termini di profitto.

I contendenti erano due. Oltre al già nominato Internet provider, giravano voci dialcuni fondi americani interessati, anche loro, all´offerta. A quanto pare alla fine è stata Softbank, attratta dal business della telefonia mobile, dopo aver ottenuto lo scorso anno una licenza, ad avere la meglio.

Vodafone, con questa mossa, ha potuto, così, liberarsi da una tipologia di business che non è riuscita a far decollare.

Infatti, Vodafon Japan ha una quota di mercato del 17%, un avanzamento quindi troppo lento rispetto alle due principali concorrenti, Ntt e Kddi, sia quanto a copertura di rete che per la crescita dei clienti. Gli utili si sono così ristretti man mano che la società faceva investimenti in infrastrutture annunciando sconti per attirare nuova clientela. L’utile operativo nel semestre concluso il 30 settembre è così sceso del 55%, a 423 miliardi di sterline.

L´accordo tra Vodafone e Softbank si concluderà nel primo trimestre dell’esercizio fiscale al 31 marzo 2007. Con questa strategia, cambiano ovviamente le previsioni di crescita formulate da Vodafone in precedenza.

La crescita dei ricavi dal mobile si attesterà al 31 marzo 2006 ed è prevista tra l’8 e il 9%, mentre quella al 31 marzo 2007 resta fissata tra il 5 e il 6,5%.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.