Home
Virtuality 2000: annual virtual reality conference

27 Ottobre 2000

Virtuality 2000: annual virtual reality conference

di

HSCSD, GPRS e UMTS sono le tecnologie che cambieranno il nostro modo di concepire il telefono cellulare. Ecco come funzionano e cosa offrono

Una conferenza internazionale interamente dedicata alla realtà virtuale: momento di approfondimento teorico scientifico, occasione espositiva, evento spettacolare e motore di discussione. Virtuality svilupperà i propri lavori congressuali lungo tre direttrici: università e ricerca, industria e spettacolo.

Virtuality privilegia in questa prima edizione il dietro le quinte della fucina degli effetti speciali; vale a dire l’indagine di quelle tecnologie utilizzate nell’ideazione nella produzione di opere per il piccolo grande schermo in grado di ricreare all’interno di computer grafici, scenari e personaggi del tutto fantastici, ottenuti modellandoli tridimensionalmente e inserendo programmi appositi che consentono l’interazione in tempo reale.

Alla mattina del lunedì sono infatti protagoniste “l’animazione digitale nel cinema nella produzione pubblicitaria ” e “l’industria dell’audiovisivo digitale”, con relatori rappresentanti di aziende del calibro di Sony Pictures Imageworks, Philips, Panasonic, Thomson Broadcast System, Wavefront, Euphon. Nel pomeriggio del lunedì ospite d’eccezione sarà Scott Ross, Ceo e Presidente di Digital Domain, major degli effetti digitali. La prima giornata si chiude con una tavola rotonda presieduta da Gillo Pontecorvo sulle prospettive di cooperazione digitale tra Europa e America.

A Virtuality 2000 sono presenti anche altri campi di applicazione della realtà aumentata che sono approfonditi durante la seconda giornata. Dalla chirurgia plastica allo studio dello spazio nelle simulazioni in assenza di gravità, dalla progettazione nell’industria automobilistica alle ricerche spaziali, dalla creazione di nuovi strumenti musicali digitali all’uso di tecniche virtuali nella ricostruzione di siti archeologici, fino ad arrivare ai nuovi scenari di vita artificiale.

Virtuality prevede anche una sezione espositiva in cui sono presenti Thomson, Gierrevideo, Artematica, Philips e VideoProgetti. La realtà virtuale applicata alle immagini di sintesi è protagonista della serata conclusiva intitolata Digital Delirium in cui è prevista una proiezione di un montaggio di produzioni digitali per il grande e piccolo schermo in cui si succedono sequenze inedite e makin of di molti film, da Guerre Stellari all’Uomo senza ombra, da Toy Story a Babe, da Stuart Little a XMan. E ancora animazioni tridimensionali, videoclip, spot pubblicitari, demo spettacolari che i guru conferenzieri delle più importanti società americane operanti nel campo degli effetti speciali porteranno con sé. Una chiusura della conferenza all’altezza di manifestazioni analoghe d’oltreoceano.

Virtuality è anche l’occasione per presentare il Virtual Reality & Multimedia Park di Torino in fase di costruzione nell’area ex-Fert, sede dei primi studi cinematografici italiani dove nacque la settima arte del nostro Paese. Parco multimediale sostenuto da un investimento di 50 miliardi (fondi europei, degli enti locali e privati) sarà un centro dotato di tecnologie avanzate in cui opereranno una scuola di alta formazione, dei laboratori di grafica computazionale e di post produzione digitale, studi cinematografici corredati di virtual set, sale di regia digitali, ecc.

Il Parco si occuperà di produzione, formazione, ricerca sviluppo, progettazione e prototipizzazione e disporrà di quattro studi allestiti, di sale per la produzione e post produzione audio video, laboratori per la computer grafica 2D e 3D, laboratori per la produzione multimediale, una sala videoconferenze. Saranno allestiti due teatri per produzioni cinematografiche: il primo di 1500 mq con altezza di 18 metri e una vasca con pavimento oleodinamico e il secondo teatro di 700 metri quadri con altezza di 15 metri.

In occasione della prima edizione di Virtuality è stato progettato un corso per 60 studenti in computer grafica tridimensionale basato sul software di modellazione Maya Complete e offerto da Wavefront e Compaq. Il corso illustrerà i principi elementari di modellazione, animazione, dinamica e rendering.

Virtuality 2000 si svolge presso il Centro Congressi Torino Incontra in Via Nino Costa, 8 a Torino. Per maggiori informazioni: http://www.vrmmp.it/virtuality/

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.