Home
Viaggi e turismo online, settore trainante

17 Febbraio 2000

Viaggi e turismo online, settore trainante

di

Nel 1999 il numero di statunitensi che hanno fatto ricorso a Internet per prenotare voli aerei e stanze d’albergo è cresciuto del 146 per cento. Lo rivela una indagine curata dalla Travel Industry Association of America che ha interpellato oltre 1200 persone. Netta la relazione tra chi viaggia di frequente e gli utenti online più affezionati. Infatti il 53 per cento dei primi usa regolarmente Internet, in confronto al 45 per cento della popolazione adulta. Complessivamente, lo scorso anno si sono registrate 16,5 milioni di prenotazioni effettuate online, mentre nel 1998 si era fermi a quota 6.7 milioni e nel 1997 a 5.4 milioni. Ancora, oltre 35 milioni di persone hanno preferito navigare online nella preparazione dei propri itinerari “reali”.

La ricerca ha rilevato anche che il viaggiatore tipico è giovane, diplomato, con stipendi medio-alti. Il 51 per cento ha effettuato transazioni direttamente con compagnie aeree e hotel, mentre il 39 per cento ha scelto appositi portali quali Priceline, Travelocity, Expedia. E il 45 per cento di coloro che hanno seguito quest’andamento, affermano di voler insistere anche nel corso di quest’anno. Sotto il titolo “Travelers’ Use of the Internet”, l’indagine riflette in gran parte i risultati di un analogo studio diffuso dal Gartner Group a inizio anno. Quest’ultimo aveva previsto per il settore viaggi e turismo un incremento pari a sei volte dell’attuale volume di affari entro il 2001.

Maggiori dettagli: http://www.tia.org/press/020800int.stm

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.