Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti al corso sui Big Data
Home
Via dalla Tunisia il vertice sull’informazione

17 Dicembre 2003

Via dalla Tunisia il vertice sull’informazione

di

L'avvocato Mohamed Jmour, segretario generale dell'ordine degli avvocati tunisini, ha invitato le Nazioni Unite a non svolgere in Tunisia un vertice sull'informazione previsto nel 2005, a meno che il governo non decida di migliorare la situazione in materia di diritti dell'uomo

L’appello è stato lanciato quando i delegati si sono riuniti a Ginevra per il vertice mondiale sulla società dell’informazione.

Il vertice dell’UIT (Unione internazionale delle telecomunicazioni) in Tunisia, costituirà la seconda parte del vertice, nel corso del quale si dovranno definire i progetti in materia di riduzione del digital divide e di sviluppo di nuove tecnologie dell’informazione.

“La situazione dei diritti dell’uomo in Tunisia è catastrofica – ha dichiarato Mohamed Jmour durante una conferenza stampa – siamo stupefatti che un vertice dell’ONU sulla libertà d’espressione possa avere luogo proprio in questo paese”.

“Ci sono 600 prigionieri politici in Tunisia. Gli avvocati vengono imprigionati, i mass media sono sotto il controllo totale del governo ed i movimenti nazionali in difesa dei diritti dell’uomo si vedono togliere l’accesso a Internet “, continua Mohamed Jmour.

“Se l’UIT organizza questo vertice, ciò non farà che incoraggiare il governo ed il presidente Zine Abidine Ben Ali a proseguire le attuali politiche repressive”, conclude l’avvocato tunisino.

L’appello è stato riportato e sostenuto dall’avvocato svizzero, ed ex capo del governo cantonale di Ginevra, Christian Grobet, che ha detto di avere preso contatto con il segretario generale dell’UIT, Yoshio Utsumi, perché l’organizzazione riesamini la sua decisione.

È stato inoltre sostenuto dai rappresentanti all’ONU della Federazione Internazionale dei Diritti dell’Uomo (FIDH), dall’Organizzazione Mondiale Contro la Tortura (OMCT) e da Reporters sans frontières.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.