Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti al corso sui Big Data
Home
Venti milioni di dollari investiti in Vitaminic. Parte l’operazione I.net

16 Marzo 2000

Venti milioni di dollari investiti in Vitaminic. Parte l’operazione I.net

di

La Chase Capital Partners Europe e Access Technology Partners affiliata di Chase H&Q e CCP (è una partnership globale di capitali privati che gestisce più di quindici miliardi di dollari), hanno dato origine a un sindacato finanziario di aziende di venture capital che stanno investendo venti milioni di dollari di capitale in Vitaminic SpA, la web community leader nel download digitale di file musicali (http://www.vitaminic.it).

Vitaminic ha sedi in sei paesi – Regno Unito, Italia, Spagna, Germania, Francia e Olanda – e altrettanti siti nelle lingue locali.
Tra i membri del sindacato figura Kiwi I, il fondo di investimenti leader in Italia per il finanziamento delle startup. Kiwi I, il cui advisor è Pino Ventures, è già azionista di Vitaminic, oltre che di Tiscali, uno dei principali Internet provider in Italia. Tra gli altri membri, Mediatel, il fondo francese di investimenti per telecomunicazioni, internet e media il cui advisor è Part’Com, parte del gruppo Caisse des Depots.

La maggior parte dei 20 milioni di dollari sono stati stanziati per la ulteriore crescita di Vitaminic in Europa, attraverso lo sviluppo della marca e della presenza territoriale e nuove partnership strategiche.
Vitaminic è stata una delle prime società a credere e investire nel mercato della musica digitale online e si avvarrà degli investimenti già esistenti di CCP e Access Technology nel settore della Musica e di Internet.

Vitaminic, nata nel maggio 1999, è oggi leader europeo per il download digitale di musica in formato MP3. Con il nuovo sito statunitense, di prossimo lancio, Vitaminic sarà di fatto una piattaforma globale, offrendo agli artisti e alle case discografiche la possibilità di promuovere e vendere la propria musica a un pubblico internazionale.
Gianluca Dettori, CEO di Vitaminic, ha dichiarato: “Siamo fieri che Chase Capital Partners e Access Technology Partners abbiano deciso di investire in Vitaminic. Crediamo che la loro esperienza e i loro contatti di alto livello ci saranno preziosi per stringere nuove partnership con interlocutori chiave nel mondo musicale e in quello di Internet. Questi investimenti ci permetteranno di sfruttare al meglio un mercato in espansione, di consolidare la nostra leadership pan-europea e di sviluppare al meglio la nostra posizione nel mercato statunitense.”

Miguel Ferro di Chase Capital Partners ha aggiunto: “Vitaminic è la sola web community di musica digitale veramente paneuropea, con un’infrastruttura già consolidata in ben 6 paesi e un management team esperto, formato da professionisti nel campo della musica e di internet e guidato da Gianluca Dettori, ex Managing Director di Lycos Bertelsmann Italia. Siamo certi di sostenere la web community leader nella musica digitale in Europa.”

A fine settimana parte la procedura per l’offerta di I.net (http://www.inet.com), la società che offre sistemi di connettività alle aziende.
Ad annunciare l’avvio dell’Ipo (initial public offering) e della presentazione che porterà il management a New York e Londra è stato il presidente di British Telecom, Peter Bonfield.

“L’Ipo prenderà il via al più tardi questa settimana – ha dichiarato Bonfield – siamo contenti dell’investimento e sicuri che farà molto bene”. BT, infatti, possiede il 32,5 % di I.net e ha un’opzione per salire oltre il 50 %.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.