RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
Vedremo, direbbe la Militello di Non c’è problema, mentre le voci sulla rete si fanno sempre più insistenti.

10 Marzo 2003

Vedremo, direbbe la Militello di Non c’è problema, mentre le voci sulla rete si fanno sempre più insistenti.

di

Apple avrebbe già firmato accordi con cinque grosse industrie discografiche, per poter rivendere brani musicali attraverso il suo nuovo servizio di musica online.

Un intervento, quello della casa della Mela, obbligato dopo che gli attuali servizi a pagamento di musica online e cioè PressPlay, MusicNet e Rhapsody di Listen.com hanno deciso di mettere da parte le piattaforme Macintosh.

La scelta era di convincere questi servizi a includere anche le piattaforme Apple, oppure far tutto da sola. Sembra, quest’ultima ipotesi quella più realistica.

Come gli altri servizi, anche questo avrà il problema della sicurezza, argomento sul quale non è filtrata nessuna indiscrezione. Sui prezzi previsti, invece, si sa che i file costeranno ognuno 99 cent di dollaro.

Altra risposta elusa è se il tutto sarà calibrato sul software iTunes e ai lettori iPod.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.