Home
USA: controllate pure la posta elettronica

05 Aprile 2001

USA: controllate pure la posta elettronica

di

Gli americani sono un popolo strano. Malgrado abbiano le più agguerrite associazioni di difesa della privacy, sono favorevoli ad un controllo della loro posta da parte dell’FBI.

Certo, la percentuale non è altissima, ma un 54 % è sempre la maggioranza, contro un 34 % che si dichiara contrario al controllo della posta elettronica, secondo quanto riporta in un sondaggio la Pew Internet and American Life Project.

Il campione era rappresentato da 2.096 persone, dei quali 1.198 utenti Internet, chiamati dalla società studi ad esprimere il loro parere a domande sulla privacy, sicurezza e controllo da parte della polizia federale.

Bisogna dire che, pur se favorevoli al controllo, il 62 % degli intervistati chiede che siano varate nuove leggi per porre paletti alle azioni degli agenti federali sul controllo della posta elettronica.

Il 14 %, invece, ritiene che le attuali leggi per l’intercettazione e l’ascolto delle comunicazioni telefoniche, possano essere applicate anche al terreno di Internet.

“La paura da criminalità online spinge molti americani a tollerare gli ascolti come uno strumento necessario – spiega il direttore della ricerca di Pew Internet Project – Ma vogliono assicurarsi che ci sia una salvaguardia”.

Un atteggiamento comune in tutto il mondo, di fronte a situazioni che mettono paura o fastidio: fate quello che volete, ma non toccatemi.
Come se riuscisse difficile accettare il fatto che siamo tutti nella stessa barca e che provvedimenti attuati di prassi e non regolamentati non possano toccarci. A maggior ragione, oggi, che viviamo in un mondo globalizzato dalle telecomunicazioni di massa.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.