Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Uri Geller contro i Pokemon

09 Novembre 2000

Uri Geller contro i Pokemon

di

Uno scontro tra giganti dell’ESP, le capacità extrasensoriali. I Pokemon le hanno “rubate” a Geller, dando il suo nome a uno dei più cattivi mostri della serie.

Celebre per i suoi spettacoli in cui piegava cucchiai e posate varie o spostava oggetti, Geller si trova in una posizione imbarazzante e si trova a combattere una strana battaglia nelle aule del tribunale di Los Angeles.

I suoi nemici sono degli esserini che hanno fatto la gioia dei bambini di tutto il mondo e sono gli eroi di videogiochi e serie di figurine: i Pokemon.

Al centro del caso, il fatto che molti Pokemon fanno riferimento al maestro della psicocinesi senza la sua autorizzazione.
Inoltre, alcuni dei mostriciattoli raffigurati sulle figurine lo associano all’oscuro passato del nazismo usandone i simboli – tipo le mostrine delle SS – dimenticando che Geller è di origine israeliana.

“Nintendo mi trasforma in demone con questi personaggi occulti – ha spiegato davanti al tribunale – Questa compagnia mi ha rubato l’identità utilizzando il mio nome e la mia firma. Se li perseguirete, sarà per proteggere la mia integrità ma anche, all’avvicinarsi delle feste di Natale, per dire al mondo intero che dovrà diffidare di questi personaggi che hanno un impatto negativo sui bambini”.

La Nintendo è stata condannata a ritirare le figurine dal mercato, versando a Uri Geller una sostanziosa somma di denaro (la cifra non è stata resa nota) a titolo di risarcimento.

Per capire meglio il contendere andate all’indirizzo http://www.tcom.co.uk/hpnet/pokemon.htm

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.