OFFERTA DEL GIORNO

Marketing in un mondo digitale in ebook a 4,99€ invece di 14,99€

Risparmia il 67%
Home
Una NAT in automobile

23 Maggio 2007

Una NAT in automobile

di

Quel che si dice in Rete. In viaggio verso Milano, sempre connessi. Che libri leggi? Il ministero per una Rete consapevole. Tumblr, ecco i limiti

Cisco, tra rivelazioni e automobili Wi-Fi. Cisco invita alcuni blogger a un aperitivo, ma uno degli eventi ha luogo molto prima. Pandemia racconta del curioso esperimento tentato da Andrea Beggi, Samuele Silva, Marco Formento e Tambu, che, in viaggio verso Milano hanno creato una piccola Lan mobile e hanno trasmesso il loro viaggio in diretta sulla Rete. Tambu spiega come è stata organizzata la cosa, riflettendo sulle possibilità che ogni giorno si aprono su Internet, e su come anche un semplice gioco aiuti la Rete a crescere e a produrre contenuti sempre più innovativi. Totanus chiosa osservando come certi eventi acquisiscano sempre più un tono informale. Telcoeye e Marco Montemagno raccontano come si è svolto l’aperitivo, osservando come la scelta di invitare un numero limitato di persone sia stata in ultima analisi azzeccata; Andrea Beggi offre il suo punto di vista spiegando come la notizia-evento sia stata quella dell’arruolamento del giornalista Lele Dainesi nelle file dell’azienda. Proprio su questo punto si sofferma Biccio, preoccupato del possibile sopravvento del presenzialismo sui contenuti all’interno della blogosfera. Samuele Silva è critico: non si è detto nulla di nuovo, il futuro è già qui, ma fatichiamo a rendercene conto. Secondo Cristian Conti un BarCamp avrebbe funzionato anche meglio.

Condividere la cultura. Arriva aNobii, applicazione in stile Last.FM che permette di catalogare i libri ce si leggono e condividerli con gli altri utenti. Boliboop spiega come funziona, mentre Giuseppe Granieri è convinto: aNobii può diventare il Flickr dei libri.

L’educazione alla Rete. Il ministro Gentiloni promuove un sito indirizzato ai più giovani, per guidarli in un uso consapevole della Rete. Dario Bonacina commenta la notizia, osservando come il progetto sia teso a non demonizzare la tecnologia.

Tumblr e i suoi limiti. Che Tumblr sia un blog ridotto ai minimi termini è cosa risaputa; Alberto Mucignat si spinge un po’ più in là evidenziando debolezze meno evidenti, ma spesso fastidiose.

PhpDay, ecco come è andata. Fullo racconta come si è svolto il PhpDay, manifestazione che ha saputo gettare ponti di contatto tra i programmatori appassionati del linguaggio e le aziende.

Il peer-to-peer passa per il web. Fusteeno è un’applicazione web che permette di collegarsi alla rete Gnutella senza bisogno di scaricare alcun client. Davide Salerno lo ha provato e spiega come funziona.

Cameroid, la macchina per le foto. Giovy analizza Cameroid, nuovo software web che permette di scattare velocemente fotografie attraverso la webcam, di aggiungere numerosi effetti e di condividerle con gli amici.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.