FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
Una mail osé costa il posto a un dipendente della Dell Computer

29 Giugno 2001

Una mail osé costa il posto a un dipendente della Dell Computer

di

Licenziato con l'accusa di molestie sessuali un impiegato della filiale francese della nota società informatica, per aver inviato, per errore, con la posta elettronica dell'azienda, alcune foto osé alla direttrice della sede americana.

Un dipendente della Dell Computer France si è rivolto nei giorni scorsi al Conseil des Prud’Hommes di Montpellier, dopo essere stato licenziato con l’accusa di molestie sessuali, per aver inviato, per errore, alcune immagini di donne nude alla direttrice commerciale della Dell, negli Stati Uniti.

Per un errore nel digitare l’indirizzo, infatti, il dipendente in questione aveva spedito via e-mail le immagini alla direttrice americana, anziché a un suo collega.

Il direttore delle risorse umane aveva perciò convocato l’interessato, contestandogli di essersi servito del materiale informatico della società per fini personali.

Tuttavia, sia il delegato sindacale che ha difeso il lavoratore nel corso del procedimento disciplinare, sia il suo attuale avvocato hanno dichiarato che, in realtà, la politica dell’azienda in merito all’invio di e-mail a carattere personale è sempre stata di generale tolleranza e che il regolamento interno non contiene nessuna precisazione al riguardo.

In seguito, però, la direzione della Dell France, ha deciso di licenziare il dipendente per “condotta inopportuna di natura sessuale”.

I giudici francesi dovranno, pertanto, valutare se il licenziamento inflitto in relazione all’invio erroneo di immagini a contenuto erotico a una perfetta sconosciuta sia effettivamente giustificato – in quanto la condotta integra un’ipotesi di molestia sessuale – ovvero sia un’ennesima conseguenza della persistente mancanza di chiarezza in merito alla questione dell’utilizzo delle nuove tecnologie da parte dei dipendenti nelle aziende.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.