FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
Un soffice robot

07 Ottobre 2014

Un soffice robot

di

Chi ha detto che un automa debba essere rigido e meccanico, difficile da progettare e costruire, relegato in laboratorio?

È sufficiente appoggiarsi a un fablab decentemente organizzato, scaricare qualche file per la stampa degli stampi, che non è un gioco di parole, quindi acquistare una resina da modellismo della giusta consistenza.

Basterà aggiungere Soft Robotics Toolkit, piattaforma hardware open source composta da qualche sensore di pressione, un piccolo compressore e qualche valvola, il tutto controllato da una scheda Arduino. Come dice Conor Walsh, docente di ingegneria biomedica alla Harvard School of Engineering and Applied Sciences:

Lo scopo di questo kit per la robotica soft è di consentire ai progettisti innovativi ed ai ricercatori di costruirci sopra qualunque altro loro progetto.

Che non sia solamente un giocattolo un po’ complesso è garantito dalla genesi e dallo sviluppo del progetto all’interno dell’Università di Harvard e del Trinity College di Dublino.

Inizialmente ideato presso l’Harvard Biodesign Lab, è stato attività di ricerca e studio da parte di un gruppo di ragazzi, all’interno di un corso che prevede team di lavoro fianco a fianco con medici e specialisti per sviluppare nuovi dispositivi medicali.

Questo approccio di affiancamento dell’ambito scolastico a quello della ricerca industriale, innovativo di per sé se lo confrontiamo con molte università italiane, ma già praticato da molte università sparse per il globo, genera risultati dirompenti se pone i risultati alla portata di chiunque, tramite i canali open source. Così è stato fatto per lo studio di attuatori che non ponessero i limiti e le rigidità di complicati sistemi meccanici.

Ora il mondo scientifico e tutti noi disponiamo di una metodologia di costruzione di oggetti che applicati al concetto di robotica creano nuovi meravigliosi apparati, in tutti i settori, costituiti da modelli di resina flessibile e comandati pneumaticamente da una scheda open hardware con qualche riga di codice.

Pneumatica

Pneumatica per progetti innovativi.

Con questa procedura i chimici hanno già creato nuove modalità di presa a distanza di sostanze nocive e intoccabili da un umano, del tutto accessibili invece a un braccio robotico costruito in poche ore con materiale flessibile e prensile. Tramite la stessa metodologia sono stati preparati ausili per le dita di una mano offesa da un incidente, e così via di meraviglia in meraviglia.

Bracci prensili robotici

Costruire bracci prensili è un gioco.

Se abbiamo un minimo di passione per la robotica, capacità di pensiero laterale che generi idee attuabili e siamo in contatto con un fablab, non c’è scusa che tenga per non precipitarsi a questo indirizzo da cui, in pochi e semplici passaggi, verrete a conoscenza di ogni particolare per attrezzarsi e cominciare a creare gli attuatori robotici. Soft and clever!

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.