Home
Un portale che non piace

23 Febbraio 2007

Un portale che non piace

di

Quel che si dice in Rete. Il sito e il logo per il turismo italiano fanno discutere. Netvibes studia il widget universale. Google Apps ora in versione pro

Un logo, un sito, tante critiche. È stato finalmente presentato il discusso sito Italia.it, portale italiano per la promozione del turismo. Centro della conferenza stampa è stata la presentazione di un logo, la cui scelta di design ha subito suscitato commenti per tutta la Rete. Blublog paragona la scelta con quelle, graficamente molto più appaganti, di altri paesi europei. Designerblog analizza le scelte grafiche, e propone una sua ironica versione partendo dagli stessi presupposti, mentre Martino Pietropoli lo analizza dal punto di vista sociologico, vedendolo come uno specchio di un paese in ginocchio. Antonio Tombolini si sente preso in giro, mentre Giovy parte dal logo per analizzare il sito, anch’esso afflitto da numerosi problemi. Estragon si concentra sull’accessibilità del sito, che risulta non conforme alla legge Stanca, ed è reso accessibile solo dal download di un programma. Dario Salvelli lamenta la mancanza di un feeed Rss, e anche Paolo Valdemarin non si dice soddisfatto. Raffaele Mastrolonardo prova a confrontare il portale con la controparte spagnola, ed evidenzia alcuni degli errori comunicativi più macroscopici, mentre Massimo Mantellini osserva come lo staff sia composto da persone sconosciute, che presumibilmente con la Rete hanno poco a che fare. Andrea Martines si preoccupa un po’ per la reazione della blogosfera, ma comunque non risparmia critiche al portale.

Widget universali grazie a Netvibes. Davide Salerno spiega tutti i dettagli di un progetto di Netvibes che promette di rendere i widget compatibili con tutte le piattaforme.

Google Apps diventa pro. Svolta commerciale per le applicazioni di Google. ICTBlog racconta come, a fronte di un abbonamento di 50 dollari annuali, sarà possibile accedere ad una versione professionale delle applicazioni di Mountain View.

H3C 3300, prova su strada. Marlenek ha provato il pocket PC Artemis 3300 della HTC. E risponde alle domande frequenti su questo tipo di terminali.

La coda lunga per Bruce Sterling. Lele Dainesi ha intervistato lo scrittore e saggista Bruce Sterling, che parla di Wired, di Chris Anderson e della teoria della coda lunga.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.