Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Un milione di firme elettroniche contro la pena di morte negli USA

03 Novembre 2000

Un milione di firme elettroniche contro la pena di morte negli USA

di

Una “petizione elettronica” è stata lanciata nel quadro di una campagna chiamata “Insieme contro la pena di morte negli Stati Uniti”, con l’obiettivo di raccogliere un milione di firme.

Le firme raccolte dovranno essere depositate sulla scrivania del nuovo ospite della Casa Bianca il 21 gennaio 2001, giorno dell’investitura.

L’iniziativa parte dalle Edizioni l’ecart e dal giornale Marie-Claire, ai quali si sono associati un discreto numero di pubblicazioni e di organizzazioni di sinistra o di difesa dei diritti dell’uomo.

La petizione si rivolge anche agli utenti Internet di lingua inglese e tedesca.

Il sito offre molti link sull’argomento, tra i quali uno al caso Mumia Abu-Jamal.
La petizione non è la prima del genere, ma vuole utilizzare le elezioni americane del 2000 per chiedere, se non l’abolizione, almeno una moratoria immediata, per sospendere tutte le esecuzioni in corso.

C’è da dire che numerosi stati americani, seguendo le orme dell’Illinois, hanno già adottato una moratoria, mentre il Texas di George Bush, detiene il record di popolazione nel braccio della morte.

In tutto, sono 3.500 le persone che attendono la loro esecuzione nel paese dello Zio Sam.

I promotori della petizione, hanno anche lo scopo di “sostenere le associazioni che militano per la riapertura dei casi dei condannati che non hanno avuto processi equi”.
Infatti, il riesame dei casi penali negli Stati Uniti è spesso impossibile.

Per saperne di più andate all’indirizzo http://www.ecart-type.com/en/Schedule2.htm

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.