Home
Un Keynote un po’ freddo

13 Giugno 2007

Un Keynote un po’ freddo

di

Quel che si dice in Rete. WWDC deludente. Safari su Windows? Non un granché. Pubblicità che diventa informazione. Flickr internazionale

WWDC, un Safari glaciale. Dopo la conferenza per gli sviluppatori Apple, i commenti in Rete si sprecano. Nessun grosso colpo di scena è arrivato da Cupertino: Boliboop riassume quel che si è detto, in particolare su Leopard e su iPhone. Gioxx non è soddisfatto, sembra davvero che ad Apple avessero poco da dire. Tra l’altro, fa notare Melablog, è stata categoricamente smentita la notizia che vedeva il file System ZFS implementato su Leopard. Per Dario Bonacina le idee presentate sono comunque interessanti, soprattutto quella che più ha fatto parlare di sé: una nuova versione di Safari per Windows. Il browser, molto amato dagli utenti Mac, sembra non riscuotere altrettanto successo in casa Microsoft. Claudio Cherubino, pur ammirandone il motore di rendering, lamenta i continui crash. HalkorBlog lamenta la lentezza e i numerosi errori nell’interpretazione del codice. Per Pseudotecnico non ci sono dubbi: si tratta di una versione pre-alpha spacciata per beta funzionante. Paolo Attivissimo prova a leggere tra le righe: non si tratta tanto di un sistema per avvicinare gli utenti windows al mondo mac, quanto di una mossa nell’ottica dello sviluppo di applicazioni di iPhone.

Da pubblicità a contenuto. Tommaso Tessarolo riflette sulla pubblicità in Rete, che ha bisogno di svestirsi di inutili orpelli per diventare, prima di tutto, informazione. Intanto Tiziano Fogliata prova Tumri, servizio web che prova a fare un passo in avanti sull’advertising online.

Flickr e il Web 2.0. Paolo Valdemarin riflette sulla nuova versione multilingue di Flickr, dopo una chiacchierata con Brad Garlinghouse di Yahoo!.

Un problema di attenzione. Tommaso Poggiali, su web *.0, commenta un post di Styeve Rubel, secondo cui la bolla del web 2.0 sarà attenzionale più che economica.

AIIP sul piede di guerra. Alessandro Pagano riassume la vicenda che vede AIIP in causa con Telecom per l’offerta bitstream, e esorta lo sottoscrizione di una petizione online in merito.

Dizzler: troppo bello per essere vero? Telemac0 ha provato Dizzler, applicazione per inserire musica nei siti web sullo stile di Last.Fm, ma con meno limitazioni.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.