Home
Un giudice spagnolo si pronuncia sulla responsabilità da link ipertestuale

21 Maggio 2003

Un giudice spagnolo si pronuncia sulla responsabilità da link ipertestuale

di

Un giudice di Barcellona ha respinto la querela depositata da alcune emittenti televisive, nei confronti del responsabile di un sito Internet che offriva link verso siti che permettevano di visualizzare gratuitamente i canali delle pay-tv

Con un’ordinanza del 7 marzo 2003, un giudice istruttore di Barcellona ha respinto la querela depositata da diverse emittenti televisive, nei confronti del responsabile di un sito che realizzava numerosi collegamenti ipertestuali verso siti che permettevano di deviare i segnali satellitari, offrendo la possibilità di visualizzare gratuitamente i canali delle pay-tv.

La decisione del giudice spagnolo si basa principalmente sull’art. 17 della legge spagnola dell’11 luglio 2002, relativa alla società dell’informazione e al commercio elettronico.

La norma, che si occupa in particolare del posizionamento dei link, prevede che l’editore del sito non possa essere ritenuto responsabile per il contenuto verso il quale indirizza i propri utenti.

Questo perché non ha la conoscenza effettiva dell’attività o dell’informazioni dei siti verso i quali crea il collegamento.

Il secondo comma della disposizione precisa che il responsabile del sito sarà ritenuto avere conoscenza effettiva del contenuto, allorquando un organismo competente a dichiarare l’illiceità delle informazioni abbia ordinato la sospensione dell’accesso alle stesse e l’editore del sito sia stato al corrente di tale misura.

Pertanto, il giudice di Barcellona, rigettando il ricorso, ha ritenuto che, da una parte, nessuna autorità ha dichiarato il carattere illegale delle pagine cui i link sotto accusa rinviavano e, dall’altra, non è stato apportato nessun elemento che permetta di determinare se il responsabile del sito potesse essere al corrente della natura illegale delle pagine stesse.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.