Home
Un algoritmo per velocizzare lo streaming

19 Aprile 2001

Un algoritmo per velocizzare lo streaming

di

Arriva un concorrente per RealNetworks nella trasmissione in streaming: Digital Fountain.

Un concorrente pericoloso se è vero, come afferma, di aver inventato una soluzione al problema della lentezza nelle trasmissioni in grande scala di contenuti in streaming.

All’origine dell’algoritmo, c’è il co-fondatore dell’azienda, Michael Luby, professore all’Università di Toronto.
Questo algoritmo permetterà agli utenti, che disporranno del modulo d’estensione appropriato, di innescare la lettura del file multimediale a prescindere dall’ordine di ricevimento dei pacchetti di dati.

Infatti, la tecnologia attualmente utilizzata per la trasmissione in tempo reale, esige che i pacchetti di dati siano inviati secondo un preciso ordine, cosa che mina fortemente l’efficacia, visto che sovente alcuni pacchetti non arrivano mai a destinazione.
Se un utente non riceve un determinato pacchetto, non potrà ricevere i successivi, a meno che non riceva una copia del pacchetto perduto.

Secondo l’azienda, la loro tecnologia permette di diminuire la banda passante e il numero di server necessari alla trasmissione dei contenuti multimediali. Digital Fountain, infatti, usa un mix tra la tecnologia a multidiffusione (multicasting) e una novità brevettata che permette di dividere un file in piccoli pacchetti secondo lo speciale algoritmo.

In pratica, i pacchetti di dati sono intercambiabili e non è importante sapere quali pacchetti sono stati ricevuti e in quale ordine: importante è conoscerne il numero.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.