Home
Toccato il fondo, si comincia a scalare

11 Marzo 2014

Toccato il fondo, si comincia a scalare

di

Ebook che possano spiccare sulla produzione in serie e di massa: consigli da chi si occupava di pittura a fine Ottocento.

Dalla copertina in poi, i libri vogliono distinguersi. Tempo fa si invitavano gli autori di ebook a essere snob e padroneggiare grafica, codice e quant’altro serve a un libro elettronico, in nome della qualità e della distinzione.
Un ebook, privo di copertina fisica o rilegatura, deve distinguersi più di prima tramite tipografia e architettura software. I libri elettronici non a basso prezzo, ma di basso valore, già ricorrono a strumenti, flussi di produzione, codice di bassa lega. Un ePub esportato da Word sarà sempre un accrocchio e potrà inorgoglire l’autore, esattamente come un panino al bar va bene per sentirsi sazi anche se il cibo di qualità è un’altra cosa.
Perfezionarsi negli aspetti tecnici di una disciplina artistica: avviene da sempre e ha sempre distinto chi valeva dai mestieranti. Ne parlano Olindo Guerrini e Corrado Ricci nel Libro dei colori – segreti del secolo XV, anno di grazia 1887:

Tutti sanno che una volta gli artisti non si procuravano, come oggi, i colori già preparati per dipingere […] La fatica di preparare i colori era allora la prima, cui si dovevano assoggettare gli artefici ammessi nello studio o nella bottega d’un maestro […] fu giudicata sempre di grande delicatezza e di grave responsabilità. […] Questo lavoro, diremo così, chimico, presentava molte utilità […] lentamente suggeriva ai giovani artisti molti espedienti nell’impiego dei colori […] garantiva, se non in tutto, in gran parte la durevolezza dei dipinti, oggi malamente fidata agli ignoti facchini d’una drogheria; contribuiva […] a metter molte varietà e distinzioni fra il colorito di una scuola e quello di un’altra.

Saper preparare i colori dei propri dipinti, per Giotto, Raffaello, Masaccio, Perugino fu condizione necessaria per assurgere ai vertici della loro professione. Sempre Guerrini e Ricci:

Finalmente salvava l’umanità, cui incombono tante altre sventure, dai dilettanti di pittura non meno terribili dei filodrammatici o delle ragazze che pestano sul pianoforte la “Stella confidente”. […] Oggi anche i profani comprano da per tutto colori e, purtroppo, li adoperano senza misericordia.

Tutti tengono un Photoshop mezzo piratato sulla scrivania, ma in cima alla piramide della sapienza grafica stanno comunque pochi; è la base a essersi allargata, l’altezza è sempre quella. È una straordinaria conquista del nostro tempo, che bastino un computer e un cavo del telefono per diventare autori ed editori. Partire da zero, inesperti o hobbysti, è una esperienza meravigliosa. A patto che, toccato il fondo, si inizi a scalare.

L'autore

  • Lucio Bragagnolo
    Lucio Bragagnolo è giornalista, divulgatore, produttore di contenuti, consulente in comunicazione e media. Si occupa di mondo Apple, informatica e nuove tecnologie con entusiasmo crescente. Nel tempo libero gioca di ruolo, legge, balbetta Lisp e pratica sport di squadra. È sposato felicemente con Stefania e padre apprendista di Lidia e Nive.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.