Home
Ti rubano il portatile? Distruggilo a distanza

20 Luglio 2000

Ti rubano il portatile? Distruggilo a distanza

di

Una società americana sta per mettere a punto un chip che permette di localizzare un Pc e distruggere le sue componenti a distanza. Un modo per riparare ai furti di informazioni.

Sembra un’idea di Q, il fornitore di aggeggi mortali per James Bond.
Ma, dopo i furti di computer portatili subiti dagli 007 di Sua Maestà Britannica, non è un progetto così balzano.

Proteggere i dati, infatti, è a volte vitale per un’impresa o un privato.
I computer portatili (o gli hard disk rimovibili, come nel caso dei laboratori nucleari di Los Alamos) possono contenere documenti troppo “sensibili” per rischiare il furto.

Il Pc portatile è diventato un accessorio corrente per i commerciali e per tutte quelle figure professionali che devono usare il Pc fuori del loro ufficio.
Anche se sembra banale, questo strumento è divenuto l’oggetto di numerosi furti.

Il furto di questo strumento mette a repentaglio dati strategici, a volte vitali per un’impresa.
Una società americana, per cercare di risolvere il problema, ha deciso di realizzare un sistema che permette l’autodistruzione di alcune delle componenti di un computer, per impedirne l’uso in caso di furto.

Il Cyber Network Group commercializza un sistema di controllo dei dischi rigidi e di schede madri che permette, su ordine del proprietario, di distruggere queste due componenti.

Il suo funzionamento è molto semplice e risiede in un chip che permette di localizzare il Pc e di attivare la distruzione dei dati.
Una volta che il suo proprietario si accorge del furto, l’impresa CGN ritrova il computer e invia le istruzioni per l’autodistruzione dell’hard disk e della scheda madre.

La società, comprensibilmente, è molto vaga su come il computer stia in contatto con il centro di controllo.
Quello che si sa è che il sistema impiega un software che, una volta connesso alla rete, segnala automaticamente al centro di controllo della CGN.

Il sistema dovrebbe essere presentato nel primo trimestre del 2001 negli USA e venduto per circa 99 dollari.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.