Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Telefonia IP: futuro radioso

14 Marzo 2001

Telefonia IP: futuro radioso

di

La telefonia IP (basata cioè sull'Internet protocol), la telefonia che usa Internet per trasmettere voce, fax, video e dati avrà un futuro radioso.

La telefonia IP (basata cioè sull’Internet protocol), la telefonia che usa Internet per trasmettere voce, fax, video e dati avrà un futuro radioso.

Lo dicono gli esperti del settore riunitisi a Ginevra, dal 7 al 9 marzo, grazie all’interesse dell’Unione internazionale delle telecomunicazioni (UIT) e di cui abbiamo già parlato qualche giorno fa.

Questa tecnologia, legata allo sviluppo di Internet, ha sollevato numerosi problemi dovuti alla regolamentazione del traffico e al “digital divide” tra paesi ricchi e paesi poveri.

Ma è il problema delle infrastrutture di rete, quello che più preoccupa le aziende di telecomunicazioni, già gravate dal peso economico delle linee tradizionali.
“Gli investimenti nelle reti IP possono essere considerati come investimenti sul futuro – spiega il segretario generale dell’UIT, Yoshio Utsumi – quale che sia lo stato di sviluppo economico in ogni stato membro”.

L’UIT, lo ricordiamo è un’associazione che raccoglie quasi tutti i paesi del mondo attraverso rappresentanza di aziende pubbliche e private, di ricerca e di servizio.

Gli investimenti realizzati per le infrastrutture, non riguardano solo l’uso meno caro del telefono ma, grazie a questa tecnologia, anche le trasmissioni di dati, di testi e di video.
“Le reti di telefonia mobile di terza generazione (UMTS) – continua Utsumi – così come le reti di telefonia fissa, saranno probabilmente basate sulla tecnologia IP”.

Già grosse e consolidate compagnie di paesi industrializzati si solo lanciate nell’avventura, ma anche nuove realtà come China Netcom che prevede di offrire questi nuovi servizi in 15 grandi città cinesi.

Un altro fattore invocato dagli operatori per adottare questa nuova tecnologia è legato alla liberalizzazione dei mercati. Attualmente solo il 3 % del traffico mondiale passa attraverso reti IP.

Esiste però un rovescio della medaglia, messo in luce durante il forum.
Se è vero che lo sviluppo di queste nuove tecniche di trasmissione via Internet è legato al numero di utilizzatori di computer, si corre il rischio di aumentare il gap tra pesi ricchi e paesi poveri, tra quelli che possiedono questo nuovo sapere e chi non ha alcuna formazione.

Proprio i paesi in via di sviluppo possono trovare in questa nuova tecnologia un reale interesse ad un uso intensivo.
Permetterebbe, infatti, di ridurre di molto il costo delle chiamate telefoniche internazionali e di essere avvantaggiati negli scambi economici globalizzati.

Ma se può essere uno strumento di sviluppo per i paesi emergenti, diventa un pericolo per le telecom mondiali, che vedrebbero diminuire gli introiti sulle telefonate internazionali, proprio nel momento di massimo sviluppo della globalizzazione.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.