REGALA UN CORSO

È facile ed è un modo di dire: segui i tuoi sogni, credo in te!

Scopri come fare in 3 passi
Home
Tecnologia di passaggio

25 Ottobre 2012

Tecnologia di passaggio

di

Chiaro che Internet rompa equilibri consolidati. Meno chiaro che la resistenza al cambiamento possa essere a priori.

Un classico di questi tempi: nasce un servizio Internet dall’effetto dirompente su un’organizzazione di altri tempi che resiste al cambiamento per non perdere i privilegi acquisiti.

Succede anche negli Stati Uniti, dove Uber, servizio di prenotazione via smartphone di corse automobilistiche private, ha deciso di espandere il servizio anche alla chiamata di taxi, ma a New York ha dovuto sospenderlo. Lo spiega l’azienda nel proprio blog:

Sfortunatamente, come molti hanno notato, non ci sono stati abbastanza TAXI disponibili. La domanda ha surclassato l’offerta. […] Abbiamo fatto del nostro meglio per avere più auto gialle in strada, ma la Taxi and Limousine Commission ha messo i bastoni tra le ruote per sabotare il successo dell’e-chiamata, pur avendo dichiarato in privato che le regole lo consentono. Ci morderemo la lingua e terremo per noi la nostra frustrazione.

L’e-taxi ha avuto problemi analoghi in altre città. A Chicago le aziende di taxi hanno fatto causa a Uber sulla ripartizione delle mance (le aziende di taxi, non i tassisti) e lo Stato della California ostacola il lavoro di altre due startup simili, Lyft e Sidecar.

Scenario molto tipico: un mercato dove sussistono condizioni di monopolio in cui all’improvviso arriva la Rete, con effetto dirompente. Sembra anche uno scenario molto italiano, per chi ricorda i mali di pancia legati alla sedicente liberalizzazione dei taxi di un paio di anni fa. Con la differenza che l’ufficio del sindaco di New York ha risposto in questo modo:

Se a febbraio 2013 i servizi come Uber avranno mano (più) libera a New York, dovremo desumerne che i problemi non sono la dirompenza di Internet o la resistenza al cambiamento, ma l’efficacia con la quale si discerne tra innovazioni utili e problemi da evitare e la tempestività con la quale i servizi si adeguano ai cambiamenti ritenuti positivi.

In altre parole, discutiamo del buono e del cattivo che porta Internet. Ma la discussione deve durare un tempo ragionevole e, quando vince Internet, portare a un pronto cambiamento.

L'autore

  • Lucio Bragagnolo
    Lucio Bragagnolo è giornalista, divulgatore, produttore di contenuti, consulente in comunicazione e media. Si occupa di mondo Apple, informatica e nuove tecnologie con entusiasmo crescente. Nel tempo libero gioca di ruolo, legge, balbetta Lisp e pratica sport di squadra. È sposato felicemente con Stefania e padre apprendista di Lidia e Nive.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.