Home
Sun Java Desktop System scelto come piattaforma standard in Cina

10 Dicembre 2003

Sun Java Desktop System scelto come piattaforma standard in Cina

di

Grazie all'accordo di partnership pluriennale tra Sun e CSSC, il sistema desktop di Sun basato su open standard, contribuirà a colmare il "digital divide" in Asia

Sun Microsystems ha annunciato di aver siglato un accordo con China Standard Software Co (CSSC) per la diffusione di Sun Java Desktop System quale ambiente desktop standard nella Repubblica Popolare Cinese. CSSC è un consorzio di aziende tecnologiche cinesi che, con il sostegno governativo, sono impegnate a produrre un sistema software desktop standard che contribuisca a colmare il divario digitale esistente in un Paese di un miliardo e trecento milioni di abitanti. Per raggiungere tale obiettivo, CSSC ha scelto Sun come partner tecnologico.

Questo accordo rappresenta il primo passo del programma strategico globale secondo cui Sun intende affiancarsi a tutti i Paesi del mondo per mettere a disposizione di tutti gli utenti IT un ambiente desktop aperto, economico e sicuro. Nazioni come la Cina, la Corea del Sud, il Giappone, il Vietnam, Israele e l’India stanno conducendo programmi e iniziative di incentivazione per migliorare le loro infrastrutture IT e per incrementare la diffusione della tecnologia negli enti pubblici, nell’istruzione e nelle aree territoriali in cui le barriere economiche hanno finora limitato la crescita tecnologica. Con un’azione che punta ad accelerare queste iniziative e colmare rapidamente il divario digitale oggi esistente, Sun ha in programma di collaborare con questi Paesi sul fronte del Java Desktop System.

Più in particolare, l’accordo di licenza tra CSSC e Sun Microsystems permetterà al consorzio di distribuire con il proprio brand prodotti desktop basati su Java Desktop System, salvo approvazione all’esportazione da parte del governo statunitense. La Repubblica Popolare Cinese intende installare complessivamente in tutto il Paese almeno 200 milioni di copie di una soluzione desktop basata su standard aperti. L’accordo pluriennale, operativo dalla fine del 2003, prevede la vendita di un numero di postazioni compreso tra 500.000 e un milione di unità all’anno.

“La missione di un’organizzazione come CSSC è quella di offrire a milioni di cinesi una soluzione desktop che – sotto l’ombrello di un brand locale – garantisca la migliore qualità e convenienza economica. Consideriamo la partnership con Sun Microsystems essenziale per portare avanti la nostra strategia tecnologica diventare un player competitivo sul mercato globale”, ha dichiarato Han Naiping, General Manager della CSSC. “Con Java Desktop System, Sun ci fornirà la tecnologia necessaria a potenziare le nostre iniziative nell’ambito del desktop. Auspichiamo che questa collaborazione possa evolversi per arrivare fino a coprire in futuro una gamma più ampia di progetti. Sono fermamente convinto che la partnership tra CSSC e Sun si trasformerà in un successo per entrambi i partner”.

“Linux e il software open source aprono nuove opportunità non soltanto per la Cina ma anche per altri Paesi di tutto il mondo”, ha sottolineato Li Wuqiang, vicedirettore generale del Dipartimento dello Sviluppo dell’Industrializzazione e dell’Alta e Nuova Tecnologia presso il Ministero della Scienza e della Tecnologia (MOST) della Repubblica Popolare Cinese. “Una soluzione desktop basata su standard aperti significa maggiori possibilità di scelta, costi accessibili e un superiore livello di sicurezza delle informazioni. In questo settore la Cina esprime un caloroso benvenuto alla cooperazione internazionale e l’accordo tra CSSC e Sun ne è un ottimo esempio”.

“Gli standard aperti sono da sempre alla base della filosofia di Sun Microsystems, rendendo possibili connettività, comunicazione e comunità. L’alleanza con CSSC, in accordo con il Ministero della Scienza e della Tecnologia e il Ministero dell’Informazione e dell’Industria, apre un’enorme opportunità per utilizzare standard come Linux e Java Desktop System al fine di rendere disponibile l’Information Technology a centinaia di milioni di cittadini cinesi”, ha commentato Jonathan Schwartz, Executive Vice President of Software di Sun Microsystems Inc. “La partnership con CSSC e il governo cinese è volta a colmare il divario digitale, eliminando gli ostacoli posti dal software desktop proprietario. Siamo orgogliosi di essere stati scelti per questo progetto e di poter proporre questa opportunità alla comunità internazionale”.

China Standard Software è un’organizzazione creata per realizzare un sistema desktop standard basato su Linux rivolto al mercato cinese. La società unisce diverse società a partecipazione pubblica come Chinasoft Network Technology Company Ltd. e China Electronics Technology Corporation (CETC).

Avviata nel 1986 con il patrocinio del Ministero della Scienza e della Tecnologia e del Ministero dell’Informazione e dell’Industria, CSSC è stato il canale attraverso cui il governo cinese ha erogato investimenti diretti e indiretti finalizzati alla creazione di un comparto IT nazionale. Il governo ha quindi preso la decisione strategica di adottare Linux e le tecnologie open source come fondamento per l’infrastruttura tecnologica del Paese, definendo uno standard di fatto cui tutti i prodotti dovranno attenersi.

Java Desktop System è una soluzione desktop di fascia enterprise completa, sicura e conveniente, facile da usare e interoperabile con le infrastrutture già esistenti. Tra le sue caratteristiche principali rientrano un aspetto integrato e omogeneo, temi grafici familiari e interoperabilità con i documenti e i servizi di stampa degli ambienti Linux, Solaris e Windows.

Il prezzo di listino di Java Desktop System è di 100 dollari all’anno per utente desktop. Chi è già cliente Java Enterprise System può invece ottenerlo a 50 dollari per utente. Per un periodo di tempo limitato Sun propone inoltre un aggressivo programma di trade-up dedicato agli utenti interessati ad abbandonare il loro ambiente desktop attuale: per chi acquista Java Desktop System dal 2 Dicembre 2003 al 2 Giugno 2004 il prezzo sarà il 50% del costo di listino, cioè rispettivamente di 50 dollari per utente desktop e di 25 dollari per chi è già cliente Java Enterprise System.

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non pensare che abbiamo scelto questa formula per non rendere merito o prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto in alcuni casi l'abbiamo utilizzata nella convinzione che non aggiungesse valore al testo sapere a chi appartenesse la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.