Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti al corso sui Big Data
Home
Storia e Futuro: storia e storiografia adesso sono online

20 Maggio 2002

Storia e Futuro: storia e storiografia adesso sono online

di

Giovedì 23 maggio, alle ore 15,00, presso la Sala Conferenze della Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Siena, via Mattioli 10, si terrà la presentazione di "Storia e Futuro. Rivista di storia e storiografia", la prima rivista italiana di storia e storiografia interamente disponibile online

Alla presentazione di Storia e Futuro interverranno, tra gli altri, Maurizio Degl’Innocenti, professore di Storia contemporanea all’Università di Siena e Angelo Varni, professore di Storia contemporanea all’Università di Bologna” che, insieme al professore Franco Della Peruta, compongono il comitato di direzione della rivista.

“Storia e Futuro”, pubblicata dalla casa editrice Apogeo, è la prima rivista di storia e storiografia completamente online. “La rivista – hanno scritto Degl’Innocenti, Varni e Della Peruta nella presentazione pubblicata sul sito – non intende disconoscere le procedure disciplinari consuete, ma piuttosto avvalorarle e verificarle lungo un processo cognitivo in costante evoluzione, aperto, largamente partecipato e fondato sul principio della rete. Una rete di competenze, di collaborazioni, di apporti disciplinari, destinata a crescere”. “Storia a Futuro” vuole essere un laboratorio di storia, dove siano presenti materiali di tipo diverso, perfino servizi sotto l’aspetto informativo e documentario, comunque ugualmente preziosi per l’utente. Legata allo strumento principe delle grandi trasformazioni globali – l’informatica – “Storia e Futuro” si candida in particolare allo studio dei cambiamenti sociali, economici, politici e culturali del nostro tempo.

L’intenzione dei promotori non è quella di dare vita a una semplice trascrittura informatica di una rivista cartacea, ma di creare un prodotto capace di adeguare all’innovazione tecnica le modalità scientifiche e le forme espressive della disciplina storiografica. “Con l’obiettivo – dicono ancora Degl’Innocenti, Varni e Della Peruta – di individuare stili e contenuti in grado di parlare ai giovani, di aprire con essi un dialogo sul passato, così da non trovarli impreparati di fronte all’attualità, per la cui analisi devono ricorrere all’affannosa e concitata formazione fornita dalla superficialità di qualche programma televisivo o alla buona volontà di qualche giornalista in vena di documentarsi. Se lo spazio della Rete è indicato per dar vita a nuove comunità virtuali, ci proponiamo con “Storia e Futuro” di costruire una comunità fatta da quanti colgono nei processi della storia non una fredda successione di date e di eventi, bensì quel cammino nel tempo denso di speranze e di tragedie, di ideali e di miserie, di eroismi e di disillusioni, che ci ha portato nel presente e senza il quale risulta assai difficile inoltrarci nel domani”.

La rivista Storia e Futuro è stata realizzata anche grazie al contributo del Centro di ricerca e documentazione per la storia del lavoro in Italia in età contemporanea che, nato nel 1995 in seno alla Fondazione della Cassa di Risparmio di Imola, promuove la ricerca e organizza seminari e convegni su temi quali: la realtà economica nazionale, le trasformazioni sociali e urbane di alcune città italiane, il lavoro delle donne, le vicende del mondo cooperativo, e altro ancora. Il Centro studi, che ha realizzato diverse pubblicazioni, possiede, inoltre, una biblioteca specializzata e un archivio, presso cui si stanno raccogliendo materiali e fonti utili a delineare le trasformazioni intervenute nella realtà e nel concetto di lavoro in Italia nell’età contemporanea.

Nel primo numero di “Storia e Futuro“:

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non pensare che abbiamo scelto questa formula per non rendere merito o prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto in alcuni casi l'abbiamo utilizzata nella convinzione che non aggiungesse valore al testo sapere a chi appartenesse la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.