OFFERTA DEL GIORNO

Machine Learning con Python in ebook a 6,99€ invece di 24,99€

Risparmia il 72%
Home
Sport, Internet e i soldi

07 Dicembre 2000

Sport, Internet e i soldi

di

Per iniziativa del Comitato Internazionale Olimpico (CIO), si è tenuta a Losanna, in Svizzera una conferenza sullo sport e i nuovi media.

Il 4 e 5 dicembre, dunque, durante la conferenza dal titolo “Lo sport e i nuovi media“, esponenti del mondo sportivo ed esperti di nuove tecnologie hanno dibattuto sul futuro ruolo di Internet nella trasmissione dei Giochi Olimpici.

Durante il suo discorso d’apertura della conferenza, il presidente del CIO, Juan Antonio Samaranch, ha dichiarato che è ormai evidente che Internet ha un impatto positivo per la promozione dello sport, sottolineando l’importanza di una collaborazione dei nuovi media per le prossime olimpiadi.

Un tema spinoso è stato certamente come controllare i diritti di diffusione delle informazioni sulla Rete.
Infatti, è stato portato il paragone con i problemi riscontrati dalle case discografiche sul rispetto dei diritti d’autore e tutte le soluzioni sono sembrate insoddisfacenti.

Secondo Jupiter Communication, lo streaming per un tale evento “consumerà la metà della capacità telefonica del pianeta”.

La soluzione indicata sarà, quindi, di ripartire la diffusione delle immagini, tra le differite e le dirette e di affidare i diritti contemporaneamente ai network e ai loro siti Web.
Un modo che sembra economicamente affidabile, anche se non risolve il problema della pirateria.

La diffusione di televisioni con accesso alla Rete e dell’Internet wireless dovrebbe aumentare la domanda degli spettatori-utenti Internet e rendere ancora più difficile il controllo delle immagini.

Insomma, Internet ha rimesso in discussione il vecchio sistema dei diritti di esclusività praticato dal CIO.
Una cosa non da poco, se si pensa che per le Olimpiadi invernali di Torino 2006 “Il corrispettivo pattuito tra CIO e NBC per la cessione dei diritti televisivi per gli USA dei Giochi Olimpici del 2006 ammonta a 613 milioni di Dollari americani. Di tale ammontare, il 49% (pari a poco più di 300 milioni di Dollari) sarà versato direttamente al TOROC, come contropartita dei servizi forniti a NBC”.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.