FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
Sondaggio europeo: il reddito crea squilibrio nell’accesso a Internet

11 Aprile 2000

Sondaggio europeo: il reddito crea squilibrio nell’accesso a Internet

di

“In Europa la diffusione di Internet aumenta a grande velocità, ma restano grandi le differenze tra i singoli paesi”.

Questo è il responso, ancora parziale, dell’indagine telefonica della prima edizione ufficiale del Pan European Internet Monitor condotto da Pro Active International.
Pro Active International realizza il Pan European Internet Monitor(tm) due volte all’anno, in 15 Paesi Europei, con interviste telefoniche o personali a 14.000 persone (campione rappresentativo della popolazione di almeno 15 anni per ciascun Paese) e con interviste online a più di 150.000 utenti della Rete per la più grande ricerca mai realizzata via Internet.

Ma veniamo ai risultati.
L’utilizzo di Internet in Europa sta crescendo rapidamente ma permangono grandi differenze tra i singoli Paesi, in particolare tra il Nord, il Sud e l’Ovest del Continente. Il 34% della popolazione Europea di 15 anni e più (pari a 107.8 milioni di individui) dispone di almeno un accesso ad Internet da casa, da lavoro o da scuola. Il 24.1% (75.9 milioni) ha utilizzato personalmente Internet negli ultimi 14 giorni.

Rispetto agli Stati Uniti, dunque, l’Europa sta recuperando terreno a grande velocità. Secondo i dati forniti da Nielsen/Netratings negli USA poco più del 50% della popolazione ha accesso ad Internet e il 35% ha utilizzato la Rete negli ultimi 14 giorni.

Gli Stati Uniti restano comunque molto più avanti negli acquisti online. Infatti, meno dell’8 % degli Europei ha fatto almeno un acquisto online e il 2.6% (8.1 milioni di individui) ha acquistato online negli ultimi 14 giorni mentre negli USA si stima che il 15% abbia fatto almeno un acquisto online e che in generale la frequenza e la quantità degli acquisti online siano sensibilmente più alti che in Europa.

La diffusione di Internet in Europa varia molto da Paese a Paese. Il numero degli utenti di Internet è più alto nei Paesi Scandinavi e in particolare in Svezia, dove il 53.3 % della popolazione si è collegata personalmente negli ultimi 14 giorni. In Svizzera, Olanda, Austria e Gran Bretagna il numero degli utenti della Rete è pari a circa un terzo della
popolazione totale. Germania, Francia, Italia e Belgio sono sotto la media Europea, ma il modesto risultato della Germania è determinato dalla bassa penetrazione di Internet nella Germania dell’Est, mentre nell’Ovest del Paese i dati sono simili a quelli della Gran Bretagna.
Fanalini di coda Spagna e Portogallo, dove meno dell’8 % della popolazione di almeno 15 anni si è collegata negli ultimi 14 giorni.

Liesbeth Hop, Direttore Generale di Pro Active International: “Questi primi risultati del Pan European Internet Monitor mostrano che in Europa Internet sta cominciando a guadagnare terreno velocemente, anche se vediamo ancora differenze notevoli tra l’Europa del Nord, del Sud e dei Paesi occidentali. In tutti i Paesi si nota un forte squilibrio nell’accesso ad Internet in base al reddito e questo dovrebbe essere un motivo di preoccupazione forte per i governi Europei.”

La ricerca online, i cui risultati finali verranno resi noti alla fine del mese, viene condotta in collaborazione con 24/7 Europe, Active Advertising, AdPepper Media, AltaVista, Doubleclick, Excite, Microsoft, Real Media, Yahoo! Europe.

Per approfondire http://www.proactiveinternational.com/press/italian/ITPEIM1.html

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.