Home
Software per traduzioni spontanee

24 Agosto 1999

Software per traduzioni spontanee

di

Un programma sviluppato dal consorzio internazionale per Speech Translation and Advanced Research è in grado di tradurre al volo delle frasi in sei lingue diverse contemporaneamente. Il segreto sta in “interlingua”, sorta di linguaggio intermedio che fornisce la “rappresentazione computerizzata della semantica,” come spiega uno degli autori del software, realizzato presso la Carnegie Mellon University. “Basta inserire un solo traduttore in entrata e in uscita da interlingua, per ottenere automaticamente tutti gli altri linguaggi.”

Attualmente il programma deve essere tagliato su misura rispetto ai requisiti linguistici di ogni argomento specifico (viaggi, sport, etc.). Ma il prossimo obiettivo del consorzio è la creazione di strumenti di traduzione capaci di superare tali specificità in modo da poter essere utilizzati in conversazioni telefoniche o trasmissioni televisive. Il gruppo sta anche lavorando su una speciale tecnologia per videoconferenza: pur esprimendosi nella propria lingua, chi interviene verrebbe visto pronunciare le parole già tradotte dal computer.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.