FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
Smau: bilancio positivo per il 2004, nuova formula per il 2005

27 Ottobre 2004

Smau: bilancio positivo per il 2004, nuova formula per il 2005

di

Alfredo Cazzola, Presidente di Smau, a conclusione dell'edizione 2004, ha presentato i dati della 41° edizione della manifestazione e ha annunciato significative novità per il 2005, con una netta separazione tra le principali anime della fiera: Business, Consumer ed e-Government

Oltre 360 mila visitatori, 53 mila operatori economici, 2.755 giornalisti accreditati, 140 tra convegni, seminari e workshop. Interessante anche il dato commerciale dell’area Consumer: 3 milioni di euro (2 milioni dalla vendita diretta e 1 milione dall’area e-Commerceland). Questi i numeri, positivi, di Smau 2004. Ma la notizia principale è che la manifestazione già dall’anno prossimo si “farà in tre” (Business, Consumer, e-Government), grazie anche alla costituzione di un Advisory Board con le imprese per definire le nuove linee strategiche e un Osservatorio mensile sul mercato IT.

L’Advisory board funzionerà attraverso tre gruppi di progetto, che ricalcheranno le aree Business, Consumer ed e-Government.”Chiederemo alle imprese – ha spiegato il consigliere delegato Solly Cohen – di collaborare con le loro risorse e competenze sui temi di loro specifico interesse. Già entro la fine del 2004, con questi contributi, avremo definito le linee guida strategiche della prossima edizione”.

Si prepara dunque una piccola rivoluzione nelle modalità di svolgimento di Smau 2005, a partire dalla durata delle diverse sessioni. “In linea di massima manterremo le cinque giornate – ha anticipato il Presidente Cazzola -, ma le tre grandi aree operative, pur convivendo sotto il grande brand Smau, rispondono a logiche operative diverse e quindi devono svilupparsi in modo indipendente.

L’area Business deve essere un salone autonomo, differenziato anche in termini di durata rispetto al Consumer, eliminando per esempio il week end. L’accesso sarà regolato per inviti o per specifici motivi d’interesse. L’area Consumer manterrà grosso modo gli stessi giorni, ma con diverse modalità di organizzazione e fruizione. L’area e-Government e servizi al cittadino svolgerà una funzione di cerniera tra le altre due e riveste un’importanza strategica, testimoniata dal sondaggio svolto su un campione di 20 mila utenti e che individua nella Carta d’identità elettronica la più importante innovazione tecnologica dell’anno”.

Novità in vista, infine, anche nella gestione e nelle modalità d’acquisto dei biglietti, anche per arginare il fenomeno del bagarinaggio: “la nostra cultura dice che in fiera entra chi è realmente interessato a conoscere quello che c’è dentro. E chi è interessato – ha concluso Cazzola – è giusto che paghi”.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.