FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
SIPO: Compri online su Internet e paghi offline con il Bancomat

15 Marzo 2002

SIPO: Compri online su Internet e paghi offline con il Bancomat

di

Attualmente per effettuare acquisti tramite Internet in genere si paga tramite carta di credito o carte prepagate.

Il progetto SIPO consente di completare un acquisto on-line in maniera completamente sicura, senza che nessun dato sensibile debba viaggiare sulla rete, posticipando il pagamento e realizzandolo tramite Bancomat. La procedura è assistita da domanda di brevetto, pubblicata in data 10.1.2002, da Sipo Srl, società collegata a Portel Srl

I vantaggi dal punto di vista dell’acquirente

Il fulcro è la sicurezza: nessun dato sensibile viaggerà su Internet, con ciò escludendo qualsiasi intervento di hacker. La chiusura della operazione off-line si svolgerà su una apparecchiatura Bancomat (ATM) con una procedura semplice e facile come quelle già in uso per la ricarica dei cellulari.

Gli utenti beneficeranno in modo particolare di questo sistema di pagamento, perché avranno la stessa sicurezza che garantiscono le normali transazioni via Bancomat presso gli sportelli ATM, operazioni con le quali gli utenti hanno esperienza e familiarità. Anche i più diffidenti verso l’e-commerce potranno utilizzare questa nuova modalità di acquisto, non essendo costretti a rivelare, durante la connessione internet, alcun elemento sensibile, e sfruttando un metodo di pagamento sicuro, semplice ed assistito.

I vantaggi dal punto di vista dei Merchant

Anche i siti e-commerce ne trarranno indubbi vantaggi e opportunità, potendo offrire alla loro clientela un sistema di pagamento alternativo alla carta di credito a costi ridotti rispetto a quelli delle carte di credito. Il Merchant azzererà gli oneri connessi al “ripudio” della transazione, non essendo necessaria alcuna identificazione, da parte del sito, del soggetto che effettua il pagamento dell’acquisto: l’acquirente torna protagonista della transazione nella fase del pagamento e il ricorso al Pin del bancomat sulla rete ATM genera l’irrevocabilità del pagamento.
Il sistema è infine la piattaforma ideale per l’e-commerce tramite WAP.

Come funziona?

Il cliente accede al sito di e-Commerce, e decide i propri acquisti secondo il sistema previsto dal sito stesso. Al termine dell’operazione gli viene proposto di scegliere la modalità di pagamento preferita; nel caso scelga di pagare off-line con il sistema SIPO, il modulo software appositamente installato sul sito genera un codice numerico univoco relativo alla specifica transazione.
Il codice, fornito direttamente a video e/o via e-mail, o SMS, non contiene alcuna informazione sensibile, ma indica semplicemente la prenotazione dell’ordine.

Il sistema SIPO garantisce il flusso delle informazioni dal sito di e-commerce alla rete ATM e viceversa. L’acquirente si reca quindi, entro un lasso di tempo stabilito dal sito di e-commerce, presso un Bancomat convenzionato, inserisce la propria carta BANCOMAT, digita il proprio pin, inserisce il codice della transazione, e, dopo aver visualizzato gli estremi del proprio ordine a video, conferma il pagamento. L’utente riceverà contestualmente dal bancomat la ricevuta relativa al pagamento e la causale relativa.

In questo momento il negozio giuridico si perfeziona e la proposta di acquisto già registrata dal sito di e-commerce diventa un ordine da evadere.

Sondaggio: italiani e e-commerce
Contemporaneamente all’annuncio ufficiale del progetto SIPO, Portel – in collaborazione con My Net Opinion – ha realizzato due sondaggi per meglio comprendere l’atteggiamento degli utenti Internet italiani nei confronti dei siti che effettuano vendita online.

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non pensare che abbiamo scelto questa formula per non rendere merito o prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto in alcuni casi l'abbiamo utilizzata nella convinzione che non aggiungesse valore al testo sapere a chi appartenesse la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.