Home
Sindrome Cinese – Secondo Diario di Viaggio telematico intorno al mondo

24 Dicembre 2004

Sindrome Cinese – Secondo Diario di Viaggio telematico intorno al mondo

di

Inizia con questo articolo il mio Quinto Giro intorno al Mondo e il mio secondo diario di viaggio telematico, che mi vedrà riportare impressioni a carattere informatico-scientifico-tecnologico coniugate a un sano approfondimento di tipo ludico-turistico

Il primo diario di viaggio telematico è coinciso con un momento storico particolare, del mondo occidentale e del sottoscritto. Infatti a solo un mese dall’11 settembre 2001 il viaggio partiva da New York ancora offesa per l’attentato alle Torri Gemelle per poi proseguire verso Ovest toccando alcune città degli Stati Uniti, il Sud del Pacifico e l’Est delle Tigri Asiatiche. Per il sottoscritto, rappresentava la fine concreta dell’avventura della New Economy, con il ritorno a un mondo in cui gattopardoscamente tutto era “rientrato nella norma”.

Ritornando al nine-eleven, era l’inizio di una “deviazione della storia” che credo non volessimo, come quando venne eretto il muro di Berlino o quando con il crollo dell’Unione Sovietica si ruppe il delicato equilibrio della Guerra Fredda generando ferite che ancora oggi non sono state rimarginate.

Il titolo del precedente diario era “Viaggio al Centro della Terra” per significare come New York fosse stata consacrata in quel momento storico quale Centro dell’attenzione mondiale: non a caso Bill Gates lanciò proprio nella Grande Mela il 25 ottobre 2001 quello che è ancora oggi il suo ultimo sistema operativo, Windows XP.

Il titolo di questa nuova avventura è Sindrome Cinese. Il ricordo va al bellissimo thriller del 1979 che ipotizzava il melting-down di una centrale nucleare americana. La Sindrome Cinese è il fenomeno, scientificamente fortunatamente mai dimostrato e probabilmente infondato, secondo cui una centrale nucleare che dovesse implodere potrebbe sprofondare nelle viscere della terra, attraversando il nucleo terrestre e riemergendo agli antipodi, cioè in Cina. L’inesattezza è anche legata al fatto che la Cina non è esattamente agli antipodi degli Stati Uniti, visto che entrambe le nazioni si trovano nell’emisfero nord del pianeta, ma tanto basta per prendere spunto dalla solita americanata.

Per riprendere da dove avevo lasciato nell’ultimo diario della fine del 2001, toccherò la Florida con le città dei Parchi di divertimento mondiale, patria dell’illusione fantastica e del primo sogno spaziale dell’essere umano, oggi nuovamente ridimensionato da sfortunate missioni e sconsiderate deviazione del budget per la ricerca spaziale in direzione meno “pacifica” di quanto immaginato e sperato.

Il viaggio proseguirà verso la California per poi ritornare come per il primo diario nei paradisi non virtuali della Polinesia preservata dallo sfruttamento selvaggio delle risorse di cui tanto facciamo sfoggio noi occidentali.

L’ultima macro tappa, che giustifica il titolo del diario sarà la Cina: dall’implosione di un mondo ultra liberista che sta dimenticando molti dei valori fondamentali potremmo “riemergere” nel “continente” cinese che ci stupirà sempre più nei prossimi anni. Nel viaggio precedente ho “bussato alla porta” di Hong Kong. In questo viaggio Hong Kong sarà il punto di partenza per entrare in una Cina hi-tech fatta di immensi grattacieli e wireless a go-go.

Terminando questa mia prima riflessione, devo ammettere che, nonostante il ritardo con cui alcune tecnologie siano state introdotte rispetto al previsto -a causa della crisi che in Europa abbiamo tutti sotto gli occhi- l’evoluzione tecnologica e del wireless in particolare è inarrestabile: leggo in questo momento su un quotidiano online italiano che “presto” sugli aerei delle compagnie americane sarà possibile navigare su Internet. Sarà, ma io questo articolo lo sto spedendo online attraverso una connessione Wi-Fi a bordo del 747-400 che da Francoforte mi sta portando a Miami.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.