ULTIMI 4 POSTI

Corso | LANGUAGE DESIGN: PROGETTARE CON LE PAROLE | Milano 28 ottobre

Iscriviti ora
Home
Silicon Graphics, dalla grafica al supercomputing

24 Aprile 2001

Silicon Graphics, dalla grafica al supercomputing

di

L'era dei supercomputer sembrava finita da tempo, ma la richiesta di macchine dalle prestazioni eccezionali da parte delle grandi aziende scientifiche sembra ormai inarrestabile

Il primato del computer parallelo più potente del mondo non spetta a colossi tecnologici come Ibm o Nec, ma a un’azienda, Silicon Graphics, che fino a poco tempo fa produceva macchine dedicate al mondo della grafica. Le tecnologie Sgi si adattano anche ad applicazioni che richiedono una grande mole di elaborazioni riguardanti principalmente il mondo scientifico.

L’Ames Research Center della Nasa, con sede a Moffet Field in California, ha recentemente installato un sistema SGI Origin 3800 a 512 processori, il più potente supercomputer parallelo mai costruito prima. Questo nuovo sistema servirà a simulare le origini della vita umana e a prevedere accuratamente i fenomeni atmosferici.

Il sistema SGI Origin 3800 contiene la tecnologia NUMAflex, che consente di modularizzare ogni componente del supercomputer per adattarlo adeguatamente alle esigenze delle aziende. Con NUMAflex, SGI ha potuto assemblare un potente computer parallelo con una dotazione di memoria centrale da primato: ben 1 terabyte.

Grazie ai 512 processori, ora è possibile svolgere in pochi giorni calcoli che una volta richiedevano parecchi mesi di elaborazione. Il calcolo del campo aerodinamico attorno a un aereo spaziale richiedeva, alcuni anni fa, circa 10 mesi di elaborazioni. Invece oggi, con il sistema SGI Origin 3800, basta un solo giorno di elaborazione per ottenere gli stessi risultati.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.