REGALA UN CORSO

È facile ed è un modo di dire: segui i tuoi sogni, credo in te!

Scopri come fare in 3 passi
Home
Si vendica della ex mettendo un annuncio a suo nome su Internet

22 Novembre 2001

Si vendica della ex mettendo un annuncio a suo nome su Internet

di

Internet e soprattutto il Web che è la sua rappresentazione visiva, è sempre più considerata dagli utenti una piazza virtuale.
E come in un film anni ’50 ambientato in Sicilia, un amante respinto si è vendicato sull’amata riempiendo la “piazza” di foto di lei nuda.

Il divulgatore si chiama Lionel Deschamps, francese di 39 anni, condannato dal tribunale di Parigi a due mesi di prigione con la condizionale per aver diffuso per vendetta su Internet la foto della sua ex amica nuda.

Corinne Z. (di più la AFP non dice) ha ottenuto anche un risarcimento danni di 50 mila franchi.

La sfortunata aveva avuto un’avventura con il Deschamps nel dicembre 2000 finita male.
L’uomo ha riconosciuto i fatti di cui era imputato, giustificandosi con l’aver agito preso dalla collera dopo l’ultima serata passata con la donna.

Secondo lui, la ragazza avrebbe avuto un atteggiamento ostile e l’aveva mandato al diavolo durante una serata passata da amici.
Preso, dunque, dalla rabbia ha pensato bene di aprire una pagina personale a nome dell’ex, su un sito Internet, mettendo in bella mostra una foto della donna nuda, con nome, indirizzo e commenti pesanti dai quali si capiva che cercava compagnia.

La ragazza ha scoperto a sue spese cosa aveva predisposto l’uomo, per le richieste di un internauta che letto l’annuncio si era fatto avanti.
Alla domanda di dove avesse preso le informazioni, la persona ha spiegato per filo e per segno dell’annuncio e la ragazza ha così sporto denuncia.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.