FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
Settimana nera per le aziende del wireless

21 Giugno 2002

Settimana nera per le aziende del wireless

di

Negli Stati Uniti la Borsa ha registrato un crollo generalizzato del settore mobile, vittima delle difficoltà di alcune aziende come Spring PCS, delle brutte pagelle degli analisti e ovviamente anche della generale tensione politica internazionale che ha ripercussioni negative sugli investimenti

J.P. Morgan mercoledì ha annunciato che le agenzie di rating Moody Investors Service e Standard & Poor’s taglieranno il rating sul debito del gigante americano del wireless AT&T Wireless Services Inc. Sebbene la dimensione del taglio non sia prevedibile JPM ritiene che il “downgrade” potrebbe essere sotto il livello d’investimento. Nei giorni scorsi era stato rivisto tra l’altro verso il basso anche il rating su Sprint PCS, Alamosa Holdings, US Unwired, Nextel Comm. e Leap Wireless International.

Queste notizie si abbinano a una serie di brutte batoste prese in borsa durante la settimana dal settore wireless. Gli indici wireless e telecom hanno infatti toccato i minimi storici sulle borse americane. Tra i titoli in perdita Verizon, Motorola, SBC Communications e AT&T (che non scendeva così da 20 anni). Anche Qualcomm Inc, che fornisce tecnologia per i telefoni, ha avuto ripercussioni negative.

La banca d’affari Merrill Lynch, in una nota ai clienti, ha consigliato agli investitori di vendere le azioni dei titoli delle società di telefonia mobile (wireless). In particolare, la banca d’investimento ha suggerito di disinvestire in AT&T Wireless Services Inc, Sprint’s PCS Group, Triton PCS Holdings Inc.. Nextel Communications Inc, Dobson Communications, Western Wireless e Triton PCS.

La situazione in Borsa, resa delicata anche dalle preoccupazioni di attacchi terroristici e in seguito all’attentato all’ambasciata USA in Pakistan, è degenerata in particolare quando la settimana scorsa Sprint ha lanciato un “warning” sulle vendite e Sprint PCS, la divisione wireless, ha annunciato che le prospettive di crescita non sono più così rosee come precedentemente stimato.

Il fatturato del secondo trimestre fiscale, infatti, sarà in calo di circa il 4%-6%, mentre la società aveva preannunciato un calo dell’1%-3%. Sprint PCS ha annunciato anche che, nell’esercizio in corso, ridurrà le spese in conto capitale di 100 milioni di dollari, a 3,3 miliardi. PCS ha inoltre detto che i nuovi abbonamenti saranno circa 300.000. Il dato è drammaticamente inferiore alle stime di mercato, che erano di 6-700.000 nuovi abbonati. Sono quindi state abbassate anche le stime sugli utili.

Come dicevamo, l’allarme lanciato da Sprint PCS non ha fatto che ridurre ulteriormente la fiducia nel settore e gli investitori sembrano intenzionati a evitarlo per qualche tempo, a causa soprattutto delle ridotte previsioni sugli abbonamenti. Prudential Securities Inc. prevede che il numero di utenti del wireless negli USA crescerà quest’anno del 14%, il tasso di crescita più basso da quando esiste questa industria.

L’analista Jeff Kagan ha commentato che se le telecomunicazioni resteranno un settore chiave dell’economia, come certamente sarà, allora ci saranno in questo periodo opportunità di acquisizioni eccezionali. I sopravvissuti andranno alla grande. La concorrenza è comunque molto forte e i diversi vettori stanno facendo una vera propria guerra sui prezzi puntando sempre più alla trasmissione di dati (in questo Verizon sta emergendo più degli altri).

C’è anche chi “mantiene la calma”, tuttavia. L’analista Todd Bernier di Morningstar Inc. dice infatti che questa situazione è ingiustificata perché solo alcune aziende sono in difficoltà, ma gli investitori stanno pensando erroneamente che tutto il settore sia in crisi dopo la notizia di Spring. Per esempio invece, continua Bernier, Verizon, AT&T Wireless e Cingular restano forti per il futuro e sono in grado di generare abbastanza liquidità per coprire l’indebitamento.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.