RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
Se i clic avessero il tempo contato

13 Marzo 2012

Se i clic avessero il tempo contato

di

Un classico paywall per fruire dei contenuti su Internet, con un'idea diversa per incentivare la qualità. Gli inizi promettono bene.

Negli anni il motivo per cui iTunes Store sia diventato il principale distributore mondiale di musica è diventato chiaro: il pubblico compra volentieri, se il prezzo è giusto e pagare è semplice. Una proposizione persino banale, che però quotidiani e periodici fanno ancora molta fatica a concretizzare salvando la capra, facilità dell’accesso e prezzo giusto, insieme ai cavoli, numeri adeguati per un equo profitto.

Un imprenditore slovacco, Tómas Bella, è convinto di avere quadrato il cerchio, con Piano Media. L’idea è quella del prezzo in abbonamento più che della vendita dei singoli articoli. A 3,90 euro al mese il sistema pare funzionare in Slovacchia, dove ha raccolto adesioni presso i principali editori nazionali, e in Slovenia.

Slovacchia e Slovenia non sono sicuramente banchi di prova da fare tremare i polsi per dimensione e tuttavia il sistema, per ora, funziona. Gli abbonati crescono e le visite pure.

Piano Media afferma di essere in negoziazione con undici Paesi europei per accordi analoghi, ma non interessa tanto questo, quanto il sistema di ripartizione dei fatturati generati. Il 30 percento, à la Apple, va infatti a Piano Media, il 40 percento va al sito che ha raccolto l’iscrizione. E il 30 percento restante è diviso con metodo proporzionale. In rapporto ai clic? Ai visitatori unici? No. Al tempo di utilizzo di siti e servizi.

Se un sito pubblica contenuto più accattivante e magari di migliore qualità, su cui il pubblico passa più tempo, riceve una fetta di torta più grossa.

Chissà che in futuro questa metrica non riesca a prevalere. Potrebbe essere un colpo mortale alle notizie-spazzatura che intasano i siti “giornalistici”.

L'autore

  • Lucio Bragagnolo
    Lucio Bragagnolo è giornalista, divulgatore, produttore di contenuti, consulente in comunicazione e media. Si occupa di mondo Apple, informatica e nuove tecnologie con entusiasmo crescente. Nel tempo libero gioca di ruolo, legge, balbetta Lisp e pratica sport di squadra. È sposato felicemente con Stefania e padre apprendista di Lidia e Nive.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.