Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti al corso sui Big Data
Home
Scoperta dall’FBI un’importante rete internazionale di pirati informatici

18 Dicembre 2001

Scoperta dall’FBI un’importante rete internazionale di pirati informatici

di

Gli agenti federali hanno effettuato decine di perquisizioni e sequestrato un consistente numero di computer nei campus universitari di 21 Stati americani. L'operazione è stata estesa anche ad altri Paesi

I servizi della dogana americana e l’FBI, attraverso un’operazione denominata “operazione bucaniere”, hanno recentemente scoperto e messo sotto accusa una rete informatica di siti – definiti Warez – che mettevano a disposizione degli internauti migliaia di software copiati illegalmente.

La rete, chiamata “DrinkOrDie” (bere o morire), era stata creata a Mosca nel 1993 ed era composta da studenti universitari, programmatori e dipendenti di società di software che fornivano i programmi, normalmente venduti su licenza, perché venissero messi a disposizione del pubblico gratuitamente.

Dal sito Internet della rete, i pirati informatici si vantavano, per esempio, di aver messo online Windows 95 due settimane prima che fosse distribuito ufficialmente.

L’operazione, che costituisce solo un piccolo successo di fronte alla migliaia di violazioni del diritto d’autore sui programmi informatici, ha, però, colpito la maggior parte dei centri universitari degli Stati Uniti e ha coinvolto anche Gran Bretagna, Australia, Finlandia, Norvegia e Svezia.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.