Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Reporters sans Frontières contro la censura in Marocco su Internet

23 Aprile 2001

Reporters sans Frontières contro la censura in Marocco su Internet

di

Un altro caso di censura su Internet, denunciato da Reporters sans Frontières (RSF): questa volta arriva dal Marocco.

RSF, infatti, ha chiesto di togliere il blocco al sito Internet del periodico marocchino Rissalat Al Foutouwa, organo della sezione studenti dell’associazione islamica Al-Adl Wal Ihsane.

Un blocco che l’associazione di giornalisti ritiene ancora più incresciosa, perché il Marocco è uno dei paesi che non impone alcuna restrizione riguardo l’accesso a Internet dei suoi cittadini.

Secondo RSF, l’accesso al sito è impedito dall’inizio di aprile, come il sito dell’associazione e del suo capo.
La libertà di stampa, ha dichiarato RSF si applica a tutti i media, quale che sia l’orientamento politico o religioso, a meno che non diffondano idee razziste, discriminatorie o non chiamino alla violenza.

L’associazione dei giornalisti ha chiesto al ministro degli interni marocchino di intervenire perché cessino le pressioni sulle tipografie e i distributori delle pubblicazioni dell’associazione islamica.
Queste pressioni, dicono ancora i responsabili di RSF, hanno costretto l’associazione a interrompere da un anno la pubblicazione del proprio periodico e da aprile quella del periodico Rissalat Al Foutouwa.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.