Home
Quotidiani internazionali on demand da Borders e PressPoint

24 Dicembre 1999

Quotidiani internazionali on demand da Borders e PressPoint

di

Borders, nota catena di megastore dedita alla vendita soprattutto di libri e affini, si appresta ad offrire ai propri clienti una serie di testate internazionali quotidiane “on demand”. L’iniziativa sarà possibile grazie ad un accordo con PressPoint (www.presspoint.com), società che ogni giorno già stampa su richiesta i maggiori quotidiani per alberghi, grosse aziende, ambasciate, uffici governativi e altre entità in diverse città sparse nel mondo. Tra queste, New York, Chicago, Los Angeles, San Francisco, Washington, D.C., Londra, Sao Paulo, Hong Kong, e presto anche fino a Sydney, Australia. La partnership con Borders consentirà alle filiali di quest’ultima la redistribuzione in loco di un vasto numero di quotidiani, tra i quali: El Mundo (Spagna), Liberation e Les Echos (Francia), New Izvestia (Russia), Jornal do Brasil e Gazeta Mercantil (Brasile), Guardian (Gran Bretagna), Handelsblatt, Suddeutsche Zeitung e Der Taggespiegel (Germania), El Financiero (Messico), An Nahar (Libano), oltre svariati giornali made-in-USA.

L’iniziativa si affianca a quella similare, annunciata da Borders negli ultimi tempi, che prevede la stampa in loco di libri “on demand” ormai esauriti o fuori catalogo.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.