Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Pirateria? Per la RIAA basta filtrare tutto

11 Febbraio 2008

Pirateria? Per la RIAA basta filtrare tutto

di

Se fosse per le major discografiche, modem, software e ISP dovrebbero essere dotati di filtri anti-pirateria

La Recording Industry Association of America (RIAA) ha apertamente ammesso che per contrastare il fenomeno della pirateria bisognerebbe utilizzare diffusamente i filtri elettronici. «Pensiamo di aver bisogno di un po’ di aiuto per risolvere il problema. L’utilizzo dei filtri online è uno di questi. Non è perfetto ma funziona e porta molti vantaggi», ha sottolineato Cary Sherman, Presidente della RIAA, durante la conferenza State of the Net.

Si parla a questo punto di software settati per filtrare solo contenuti protetti denunciati dai rispettivi detentori dei diritti; il tutto in modalità automatica e anonima.

Secondo Sherman anche il problema dell’aggiramento dei filtri tramite le tecniche di crittazione potrebbe essere risolto facilmente. Basterebbe integrare i software di analisi nelle applicazioni, nei pc e anche a livello di ISP. «Se vuoi ascoltarlo hai bisogno di decrittarlo, quindi interviene di nuovo il filtro», ha concluso l’esponente della RIAA.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.