FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
Palm si fa PocketPC per riconquistare il mercato

04 Novembre 2002

Palm si fa PocketPC per riconquistare il mercato

di

È finalmente arrivato l'attesissimo Palm Tungsten nella sua versione T, ovvero con Graffiti, mentre a giorni dovrebbe arrivare anche la versione W, il modello telefono e GPRS, con tanto di tastierina alfanumerica

Palm è decisamente partita alla riscossa rispetto al crescente mondo Pocket PC Microsoft, lanciando il nuovo Tungsten T, un Pda dalle caratteristiche tecniche molto avanzate, che conserva l’interfaccia e le applicazioni di Palm OS nella sua nuova versione 5.0. Dopo aver scelto di proporre il modello entry level meno caro di sempre, ovvero lo Zire (99 dollari), Palm ha deciso di coccolare i power user del Pda con il Tungsten T, che si presenta come un palmare ancora molto compatto rispetto ai rivali Pocket Pc, mantenendo delle classiche dimensioni “da Palm”, con un peso superiore ai modelli meno potenti, ma inserendo nel suo guscio un vero concentrato di tecnologia di alto livello.

Esteticamente il Tungsten T si caratterizza per delle novità anche funzionali rispetto ai precedenti modelli. È apparentemente scomparsa l’area Graffiti, che in condizioni normali viene nascosta con uno sportellino con chiusura a scomparsa. Sparisce anche la coppia di bottoni per muoversi in alto e in basso, sostituiti da una specie di joypad che permette una più facile gestione del device.

L’obiettivo di queste scelte estetiche e funzionali deriva dalla volontà di permettere un più facile utilizzo del Pda con una sola mano, diminuendo l’uso dello stilo. Lo schermo è, ovviamente, a colori e ha una definizione doppia dei vecchi modelli (320 per 320), con un display TFT a 65 mila colori, con una qualità simile ai migliori modelli di Sony e di Compaq.

Le novità continuano nell’hardware. Il Tungsten T ha un cuore molto potente, grazie al processore ARM OMAP1 510 Texas Instruments a 174 Mhz, e ai 16 mega di memoria, che possono essere incrementati quanto basta con Card da inserire nel solito slot MMC-SD. Finalmente il lato software viene gestito da Palm OS 5.0, la nuova attesissima release del sistema operativo più usato al mondo nei Pda. Le batterie ricaricabili sono agli ioni di litio e secondo Palm dovrebbero garantire un’autonomia di una settimana.

Finalmente anche la componente audio è curata come non mai con la presenza di una microfono e di uno speaker, che permettono registrazione del parlato e il trasferimento dei messaggi vocali al desktop o via e-mail. Manca, per ora, nel software di base, un lettore MP3, ma dovrebbe esserne disponibile uno a breve prodotto da terze parti.

Palm ha deciso, ovviamente, di puntare sul wireless, dotando il nuovo prodotto, non solo della classica porta IRDA, ma di un’antenna Bluetooth che permette di comunicare con altri device compatibili come telefoni, stampanti, Pda o computer. La scelta del prodotto è quella di essere complementare al telefono, non alternativo, come ad esempio nel caso del Treo di Handspring, permettendo, però, di poter avere un Pda e un telefono che comunicano in movimento con facilità e senza problemi di allineamento fisico dei device come avviene nel caso dell’IRDA.

Il software di base include le classiche applicazioni Palm: Agenda, Rubrica, Cose da fare, Appunti, ma anche un bundle di applicazioni utili come Documents To Go per utilizzare i documenti di Microsoft Office, il data base MobileDb, il reader di Acrobat, programmi di comunicazione e giochi compreso Palm Web Browser Pro.

Siamo di fronte a un nuovo Palm V, ovvero a un Pda in grado di “fare il mercato” per un lungo periodo? Probabilmente sì, il prodotto è decisamente buono senza rivoluzionare standard e disorientare gli utenti. Forse il prezzo andrà abbassato per fare veramente grandi numeri. Per il momento è già acquistabile online a 618 euro.

In parallelo al Tungsten T è stato annunciato anche il Tungsten W, un modello che utilizza i vecchi processori Motorola Dragonball e Palm OS 4.1.1, dotato di un dispaly 320 per 320 come il “fratello” T. Esteticamente è caratterizzato dalla presenza di una tastierina alfanumerica, per la prima volta su un Pda Palm. Il modello W ha spiccate doti di comunicazione wireless, dato che è un vero e proprio telefonino GPRS che può essere utilizzato dal lato voce solo con cuffietta e microfonino, ma può anche, ovviamente, essere usato per navigare in Rete o per leggere la posta elettronica. Il Tungsten W dovrebbe essere sul mercato all’inizio del 2003, con un prezzo annunciato di 549 dollari.

L'autore

  • Vittorio Pasteris
    Vittorio Pasteris è un giornalista italiano. Esperto di media, comunicazione, tecnologia e scienza, è stato organizzatore dei primi Barcamp italiani e collabora con il Festival del giornalismo di Perugia.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.