Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Nuovo Master alla Statale sugli archivi multimediali digitali

06 Ottobre 2003

Nuovo Master alla Statale sugli archivi multimediali digitali

di

Al Dipartimento d'Informatica e Comunicazione dell'Università Statale di Milano si svolgerà a partire da novembre 2003 un nuovo master su "Digitalizzazione, conservazione e restauro dell'informazione e dei supporti informativi"

L’obiettivo è la formazione di tecnici specializzati nell’analisi dello stato di conservazione, nell’individuazione e applicazione delle tecniche più efficaci per la conservazione, l’organizzazione e la fruizione, nonché l’eventuale restauro tanto dei supporti digitali e analogici dell’informazione quanto dei contenuti informativi dei supporti stessi; tali figure professionali possono trovare sbocco occupazionale presso aziende editoriali; radio; televisioni; musei e grandi collezioni private; enti, aziende e privati in possesso di grandi archivi analogici e/o digitali; enti, aziende e privati in possesso di archivi analogici e/o digitali di valore culturale, storico e artistico.

Il master nasce dall’esperienza maturata in alcuni grandi progetti di realizzazione di librerie digitali, tra cui l’informatizzazione del Teatro alla Scala. Sia per stage che per cicli di lezioni avranno un ruolo determinante grandi aziende quali Accenture, EMI Music Italy, Fondazione Teatro alla Scala, RAI, TDK.

Le domande di ammissione devono essere presentate entro le ore 12.00 del 15 ottobre 2003. La partecipazione è gratuita.

Per informazioni: Prof. Goffredo Haus, DICO – Dipartimento di Informatica e Comunicazione, e-mail: [email protected], Sito Web.

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non pensare che abbiamo scelto questa formula per non rendere merito o prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto in alcuni casi l'abbiamo utilizzata nella convinzione che non aggiungesse valore al testo sapere a chi appartenesse la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.