FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
Nokia 6650: un cellulare che inaugura l’era del dual-network

27 Giugno 2003

Nokia 6650: un cellulare che inaugura l’era del dual-network

di

A breve inizierà la commercializzazione del nuovo Nokia 6650, compatibile con network GSM e WCDMA

Nokia ha iniziato a commercializzare un nuovo cellulare che potrebbe essere definito dual-network, grazie alla sua compatibilità con le reti GSM e WCDMA. Si tratta del primo modello della casa scandinava capace non solo di accendere la competizione con Motorola e NEC, già presenti nel comparto “ibrido”, ma anche di un evidente segnale di maturità dello standard.

Il nuovo Nokia 6650 permetterà così la normale comunicazione vocale e l’accesso al Web ad alta velocità. Purtroppo inizialmente solo la giapponese J-Phone e l’austriaca Mobilkom disporranno del nuovo prodotto; entro la fine dell’anno però saranno più di venti gli operatori che lanceranno il sistema WCDMA, già affermato sul territorio statunitense.

Il modello in questione dispone di un display a colori, macchina fotografica digitale, compatibilità con Java e sistema di accesso al Web con velocità massima di trasferimento di 57.6 kbps; il prezzo di listino sarà di circa 400/500 dollari. Naturalmente sarà disponibile in futuro anche una versione per il mercato statunitense, che sarà aggiornato per le differenti radio-frequenze utilizzate.

“Le caratteristiche dual-mode di questo cellulare saranno uno stimolo per il mercato 3G, – ha sottolineato Isaac Ro, analista presso Aberdeen Group, – Nokia con questa mossa riuscirà anche a rendere compatibile il roaming fra Asia e Europa”.

Questo rilancio del gruppo Nokia sembra voler rispondere al piccolo problema subito dal carrier Hutchinson, che per problemi tecnici ha dovuto far sostituire centinaia di stazioni WCDMA con le attrezzature della Siemens e della NEC.

In verità il ritardo nell’implementazione dei network 3G è giustificato non solo dai costi elevati che i carrier devono affrontare per l’upgrade tecnologico, ma anche dalla mancanza di una vera e propria domanda da parte dei consumatori, ancora lontani dal comprendere delle reali potenzialità del nuovo standard.

Secondo Yankee Group entro la fine del 2004 numerosi carrier migreranno verso i sistemi di terza generazione raggiungendo i 15 milioni di terminali mobili WCDMA venduti.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.