REGALA UN CORSO

È facile ed è un modo di dire: segui i tuoi sogni, credo in te!

Scopri come fare in 3 passi
Home
Nel mondo dei server Web

08 Settembre 1998

Nel mondo dei server Web

di

Quali le effettive funzioni e lo state-of-the-art dei server Web? A parte tra gli "addetti ai lavori", non se ne parla molto. Eppure sono temi essenziali per ottenere siti Web sofisticati ed efficienti - e capire come funzionano.

Navigando oggi su Internet, l’evoluzione tecnologica del Web si dipana essenzialmente tramite le innovazioni introdotte nelle successive versioni dei vari browser: supporto di linguaggi di scripting, gestione della sicurezza e della privacy, visibilità dei cookie, canali attivi, ecc.
Tuttavia, nel loro silenzioso rispondere alle richieste dei browser, anche i server Web hanno subito una propria evoluzione e pur presentando caratteristiche spesso invisibili all’utente e al browser, queste risultano molto utili a chi gestisce un sito Web, a chi si appresta ad aprirne uno tutto proprio e, perché no?, un po’ a tutti i cybernauti, non foss’altro per necessaria curiosità. Come pure sapere quali sono i server più utilizzati, quali funzioni supportano e via di seguito.

Il compito fondamentale di un server Web è abbastanza semplice: ricevere le richieste di caricamento di una pagina HTML da parte dei browser e soddisfarle tramite l’invio del documento richiesto. Oltre quest’ovvia funzione principale, ne esistono però altre aggiuntive che differenziano i vari server Web attualmente disponibili sul mercato. Funzioni che ovviamente facilitano ai vari webmaster e webmistress la soluzione di svariati problemi, offrendo la possibilità di realizzare siti molto sofisticati, consentendo altresì di valutarne gli accessi e la performance.

Analizziamo quindi le caratteristiche più comuni e più importanti generalmente presenti nei server Web più diffusi:

Gestione della privacy

Una delle funzioni sempre più richieste è la capacità di supportare trasmissioni sicure tramite l’uso di tecniche crittografiche e protocolli di comunicazione adeguati (SSL, PCT). Questa funzionalità sta acquistando maggiore importanza per via dell’avanzare dell’e-business o commercio elettronico che dir si voglia, in quanto garantisce la trasmissione dei dati senza possibilità di intrusione da parte di malintenzionati, spammers, etc.

Gestione della sicurezza

Questa caratteristica spesso dipende dal sistema operativo sottostante al server Web. Tramite questa funzionalità è possibile dare l’accesso ad un determinato insieme di pagine Web soltanto ad alcuni utenti identificabili tramite login e password. Inoltre, alcuni server Web consentono di impedire o consentire l’accesso ad un sito o ad una sua parte in base alla provenienza della richiesta, per cui è possibile, ad esempio, accedervi soltanto se si è collegati ad Internet tramite un determinato provider.

Supporto di elaborazioni sul server

Si tratta della possibilità di effettuare una serie di elaborazioni in risposta alle richieste dei browser, funzione basate su varie tecnologie, ciascuna con le sue peculiarità. Common Gateway Interface (CGI), Active Server Pages (ASP), Internet Server Application Programming Interface (ISAPI), Server Side Include (SSI) sono alcuni esempi di queste tecnologie che consentono di sviluppare applicazioni attivabili in risposta alle richieste da parte dei browser. Tecnologie tramite cui è possibile realizzare siti Web interattivi che rispondono in tempo reale alle richieste dell’utente: accedere, ad esempio, a database particolari oppure effettuare calcoli ed elaborazioni anche complesse senza richiedere, nella maggior parte dei casi, funzioni aggiuntive per il browser.

Ottimizzazione delle risorse

La capacità di ottimizzare le risorse hardware e software per una risposta ottimale alle richieste dei browser è una caratteristica essenziale per il buon esito della pubblicazione di un sito Web. Alcuni server consentono di specificare dei parametri per ottenere un compromesso tra il consumo delle risorse del server e la velocità di risposta, limitando eventualmente il numero di richieste contemporanee.

Gestione remota

Una funzione molto utile per chi opera il sito Web è la possibilità di gestire e modificare la configurazione di un server Web da una qualsiasi macchina collegata ad Internet

Monitoraggio

Quasi tutti i server Web mettono a disposizione la possibilità di registrare le richieste ricevute da parte dei browser. In questo modo è possibile valutare il traffico sul sito: quante volte è stata richiesta una determinata pagina, in quali giorni, in quali ore, quali errori si sono verificati, ecc. Oltre a ciò, alcuni server offrono funzioni per misurare la performance del sito e di configurare il server in base alla quantità di richieste attese.

Interfaccia utente

Anche se non si tratta di una funzione vera e propria di un server Web, la possibilità di avere un’interfaccia semplice e comoda per la configurazione del server ha certamente un’importanza rilevante. La facilità di configurazione e l’intuitività d’uso dell’interfaccia giocano spesso un ruolo fondamentale nella scelta di un server Web; infatti il numero di parametri di configurazione di un server Web è molto elevato e un’interfaccia grafica ne facilita l’individuazione e l’impostazione. Ormai quasi tutti i server Web sono ne sono dotati, non solo per la configurazione, ma anche per la visualizzazione della struttura complessiva del sito.

Ma quali sono i server Web più utilizzati e quali funzioni supportano? Vediamoli.

Il software per il server Web più diffuso, secondo i dati pubblicati da ServerWatch (http://serverwatch.internet.com), è Apache, con una percentuale di installazioni pari a circa il 50%. Sviluppato e distribuito gratuitamente da The Apache Group per Unix, OS/2 e Windows NT. È fornito di una discreta interfaccia grafica e della possibilità di gestire un sito in remoto; ha ottime prestazioni e supporta il protocollo sicuro SSL e l’accesso tramite password a determinate aree del sito. Per quanto riguarda le elaborazioni sul server, oltre a CGI supporta SSI.
Al secondo posto, il server Web della Microsoft MS Internet Information Server, con una percentuale di installazioni del 22%. Anch’esso è distribuito gratuitamente, ma è supportato soltanto da Windows NT. Possiede una buona interfaccia grafica e supporta la gestione e la configurazione remota. Supporta i protocolli sicuri SSL e PCT e basa l’accesso protetto sulle funzionalità di Windows NT. Ha un ricco insieme di funzioni per la registrazione dei dati di accesso al sito e di misurazione della performance e supporta varie forme di elaborazioni sul server: CGI, ASP, ISAPI, SSI.
(http://home.netscape.com) Netscape Enterprise Server, invece, ha una diffusione di circa il 5% sul totale delle installazioni. Progettato per Unix e Windows NT, non è gratuito, ha una serie di funzioni per la misurazione della performance e per la registrazione degli accessi ed è gestibile e configurabile tramite una comoda interfaccia grafica. Supporta le funzionalità per l’accesso controllato al sito e il protocollo SSL. Per quanto riguarda l’elaborazione sul server è supportato SSI ed è previsto un ambiente per l’interpretazione di JavaScript; inoltre Enterprise Server è in grado di eseguire direttamente applicazioni Java.
Infine, il server della NCSA, NCSA HTTPd, ha avuto in passato un discreto successo ma oggi copre soltanto il 2% delle installazioni totali, anche se anch’esso è gratuito ed è fornito con il codice sorgente. È un server essenzialmente per Unix, anche se alcune versioni per Windows NT sono state sviluppate da terze parti. Non supporta protocolli sicuri per la gestione della riservatezza ma prevede un accesso controllato al sito tramite password. Supporta CGI come tecnologia per l’elaborazione sul server.
Altri server Web hanno una diffusione inferiore al 2% e ciascuno ha le proprie caratteristiche, anche se la maggior parte è fornita delle funzioni sopra descritte. Citiamo soltanto il nome di qualcuno di essi: WebSite Professional della O’Reilly Software (http://website.oreilly.com), Lotus Domino Go Webserver della Lotus-IBM, Oracle Web Application Server della Oracle, Java Server della Sun Microsystem.

Naturalmente l’evoluzione dei server Web, come di tutti gli strumenti per Internet, non si arresta e in futuro vedremo certamente spuntare nuove caratteristiche e funzioni, insieme ad altri nuovi pacchetti -software per i server – che continueranno a lavorare instancabili e silenziosi dietro le quinte del Web che conosciamo.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.