ULTIMI 4 POSTI

Corso | LANGUAGE DESIGN: PROGETTARE CON LE PAROLE | Milano 28 ottobre

Iscriviti ora
Home
Napster scende in piazza

06 Aprile 2001

Napster scende in piazza

di

Napster sceglie le “maniere forti” per risolvere i suoi problemi e fare pressione sulle autorità americane, invitando i suoi utenti a scendere in piazza per le vie di Washington.

Lo scopo è difendere lo scambio sulla rete dei file musicali.

“L’avvenire della musica e dello scambio di file su Internet dipende da voi. Il popolo finirà col trionfare contro i lobbysti di Washington”.
Questo, detto in soldoni, il messaggio della manifestazione organizzata per le vie della capitale americana.

In quei giorni la Commissione affari giuridici del Senato, sotto la direzione del repubblicano Orrin Hatch, ha iniziato a riscrivere la Digital Millennium Copyright Act, la legge che tratta anche della “copia privata di opere protette”.

Mentre Napster (attraverso Shawn Fanning) e la RIAA erano auditi dai senatori, molte delle persone che si oppongono alla censura sull’MP3 online si sono fatti sentire per le strade di Washington e davanti al Capitol, sede del senato.

Per tutti quelli che non hanno potuto partecipare, Napster propone di sottoscrivere una petizione online o di entrare direttamente in contatto con i politici per incitarli a lasciare Napster nelle mani degli internauti.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.