FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
Musica online a rischio di monopolio

13 Gennaio 2006

Musica online a rischio di monopolio

di

Il procuratore generale dello Stato di New York, Eliot Spitzer, sospetta l’esistenza di un  accordo sottobanco tra le principali case discografiche per spartirsi il mercato della musica online

Il procuratore avrebbe recentemente inviato delle citazioni a comparire a vari colossi del mondo discografico, tra cui Universal Music Group, Sony BMG Music Entertainement, EMI e Warner Music.

I sospetti di Spitzer sarebbero stati destati dal fatto che la quasi totalità dei brani musicali vengono venduti al medesimo prezzo (99 centesimi), indipendentemente dalla casa discografica che ne detiene i diritti e dal sito che li distribuisce.

È proprio questo aspetto che il Procuratore Generale intende chiarire, per salvaguardare la competitività del mercato della musica online.

Al momento Apple non è oggetto delle indagini, ma la sua posizione all’interno della medesima vicenda rende probabile un suo prossimo coinvolgimento. In effetti, la società di Steve Jobs, tramite iTunes, detiene attualmente i tre quarti del mercato della musica su internet. La posizione preminente di iTunes – basti pensare che circa 500 milioni di canzoni sono venduti, a prezzo fisso, tramite questa piattaforma – limiterebbe sensibilmente la libera concorrenza.

Secondo i commentatori è quindi ipotizzabile, otre al citato accordo tra case discografiche, anche e soprattutto lo sfruttamento da parte di Apple della propria posizione dominante per imporre il prezzo di vendita.

Secondo le case discografiche, infatti, è stata proprio Apple a imporre il prezzo fisso – ritenuto troppo basso dalle major – di 99 cent per ogni titolo venduto online. Ciò è stato possibile in quanto Apple realizza i suoi maggiori profitti non tanto tramite iTunes, ma con la vendita degli iPod.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.