FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
MSN sotto i riflettori per la censura

17 Giugno 2005

MSN sotto i riflettori per la censura

di

Libertà è soltanto una delle parole tabù per l'Internet cinese, parole che MSN Spaces censura regolarmente per volere delle autorità

I blogger cinesi, anche nel caso di siti gestiti all’estero, devono pesare bene e con molta cura le parole che utilizzano nei loro giornali personali online: la censura li conserva.

Così, infatti, gli utenti della sezione MSN Spaces del nuovo portale cinese di Microsoft, ricevono un messaggio di rimprovero tutte le volte che usano parole giudicate tabù dalle autorità comuniste, parole di uso comune come democrazia, libertà e diritti umani.

“Parola proibita nel testo presentato, prego eliminare,” dice il messaggio. Queste restrizioni sembrano tuttavia applicarsi soltanto alle parole dattilografate nella casella dedicata all’argomento dei blog. Inserire questo tipo di parola all’interno del testo, mentre si ha l’accortezza di scrivere un argomento più anodino nel soggetto, non sembra creare problemi.

Il personale cinese di Microsoft non ha potuto essere contattato per commentare, ma un portavoce di Microsoft a Seattle ha ammesso che la società coopera con le autorità cinesi per effettuare la censura del contenuto del suo portale in lingua cinese.

Microsoft e il suo partner d’affari cinese, la Shanghai Alliance Investment, un’impresa finanziata dallo Stato, dunque, lavorano insieme con il governo del paese asiatico per eliminare alcune espressioni illegali e potenzialmente pericolose.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.