Ebook a un prezzo eccezionale!

⏳ Solo per un weekend: da venerdì 21 a lunedì 24 giugno ⏳

Risparmia il 60%
Home
Minecraft ha una geologia tutta sua

21 Maggio 2024

Minecraft ha una geologia tutta sua

di

Se uno dei giochi più strani e diffusi al mondo fosse ambientato su un pianeta come il nostro, la nostra scienza potrebbe spiegare il suo terreno?

Lava, magma, vulcani e diamanti

Una delle prime cose che ho notato quando ho iniziato a esplorare il pianeta Minecraft è l’incredibile attività vulcanica del pianeta. Dico davvero, la lava sgorga dal terreno praticamente ovunque. Possiamo trovare vulcani vicino alla superficie delle miniere, accanto alle scogliere e alle montagne… possiamo trovarli in qualsiasi punto del pianeta e, se scaviamo abbastanza in profondità, troveremo sicuramente della lava. Essendo uno scienziato, ho pensato che tutto ciò fosse molto emozionante, perché sulla Terra, sappiamo che, se osserviamo un’attività vulcanica, potremo vedere con i nostri stessi occhi molti affascinanti processi geologici. Ma qui sul pianeta Minecraft le cose non funzionano allo stesso modo. La lava qui è… beh, pazzesca. In realtà non so nemmeno da dove iniziare. Sotto certi aspetti, è molto simile a quella sulla Terra, ma sotto tanti altri, è estremamente diversa.

Prima di addentrarmi nella stranezza del vulcanismo del pianeta Minecraft, fermiamoci un momento e vediamo come funzionano i vulcani sulla Terra.

Tutto sulla lava

Immaginiamo di prendere un coltello enorme e di tagliare la Terra a metà, come se fosse una cipolla. La prima cosa che noteremo è che, sotto gli strati più sottili vicino alla superficie, c’è una violenta, calda e luminosa palla di magma. Il magma, naturalmente, è semplicemente roccia (solitamente basaltica) che ha raggiunto una temperatura abbastanza alta da riuscire a fondere e a rimanere in uno stato liquido o semi-liquido sotto la superficie terrestre.

È importante sottolineare, prima di addentrarmi ulteriormente nell’argomento, che sul nostro pianeta i termini magma e lava hanno significati diversi e specifici, mentre non si può dire la stessa cosa qui sul pianeta Minecraft. Sulla Terra, la distinzione è semplice: la roccia fusa sotto il terreno viene chiamata magma; quando questa roccia fusa sale in superficie in forma liquida, viene chiamata lava (almeno finché non si raffredda e solidifica, momento in cui diventa una semplice roccia, ma questo lo sapevamo già). Sul pianeta Minecraft, la distinzione è altrettanto semplice, solo che è completamente diversa dalla nostra. Qui, tutta la roccia calda e fusa viene chiamata lava sia sopra sia sotto il terreno, mentre il magma è una versione solida e leggermente meno calda della lava, e si chiama allo stesso modo sia sopra sia sotto il terreno.

Il segreto dei vulcani

Bene, torniamo alla Terra. La superficie terrestre poggia su uno strato di placche tettoniche solide che galleggiano sopra questo mare sotterraneo di magma. Queste placche sono in costante movimento, anche se è così lento che non possiamo percepirlo dalla superficie. L’unico momento in cui possiamo avvertire lo spostamento è durante un terremoto, che è essenzialmente il contatto tra due di queste placche: provoca attrito e manda vibrazioni che si propagano fino alla superficie.

Leggi anche: Java e Minecraft: programmare… a blocchi

È importante ricordare che le placche tettoniche della Terra non formano uno strato solido e liscio tra il magma sottostante e la superficie soprastante. Non solo ci sono spazi dove le placche si sovrappongono, ma possono esserci delle fessure anche al centro di placche tettoniche molto grandi. Dal momento che il magma è sottoposto a una pressione enorme, cerca costantemente di risalire e di evadere attraverso qualsiasi fessura o crepaccio che sia abbastanza grande. Spesso queste fessure o crepacci non arrivano fino alla superficie e il magma si limita a riempire gli spazi vuoti, formando grandi camere magmatiche nella crosta terrestre. Quando vediamo il magma emergere dalla terra sotto forma di lava, è perché il calore ha generato così tanta pressione all’interno della camera da venire espulso attraverso la superficie, cosa che può accadere molto velocemente in una potente eruzione esplosiva, o lentamente in un’eruzione effusiva a sgorgo continuo. In entrambi i casi, l’eruzione continuerà finché la pressione nella camera magmatica non diminuirà a sufficienza da non essere più in grado di spingere la roccia fusa fino in superficie.

Vulcani sul pianeta Minecraft

Vediamo prima le analogie. Innanzitutto, la lava sulla Terra è un liquido estremamente viscoso, quindi scorre molto più lentamente degli altri liquidi meno viscosi come, per esempio, l’acqua. È l’impressione che ho avuto qui sul pianeta Minecraft quando ho iniziato a osservare il comportamento della lava, ma siccome volevo esserne certo, ho condotto un semplice esperimento per averne la prova. Sono andato al dirupo vicino a casa mia dove sia la lava sia l’acqua fuoriescono da una parete rocciosa. Nel punto in cui esce l’acqua, ho costruito una rampa (più che altro una scala) esattamente di 10 metri orizzontali e 10 metri verticali. Una volta costruita la rampa, ho bloccato la fonte d’acqua con un blocco di granito e ho aspettato che l’acqua già fuoriuscita smettesse di defluire. Una volta fermato il flusso, ho semplicemente rimosso il blocco di granito e cronometrato il tempo impiegato dall’acqua per raggiungere il fondo della scala.

Risultato: 5,88 secondi.

Ho poi ripetuto lo stesso esperimento con la lava, ottenendo un tempo di ben 35,2 secondi, nettamente più lento dell’acqua.

Quindi, questa è un’analogia: la lava è molto densa su entrambi i pianeti. Ci sono altre somiglianze? Beh, sì. Il fatto che la lava sul pianeta Minecraft è molto calda, proprio come sulla Terra. Quanto calda, esattamente? Purtroppo non ho modo di determinarlo con precisione, ma è sicuramente abbastanza calda da bruciare praticamente tutto ciò che ci ho gettato dentro, compreso un diamante che ho barattato con un villico (a caro prezzo, tra l’altro). Comunque, da bravo scienziato, ho pensato che, per capire se la lava qui fosse approssimativamente alla stessa temperatura di quella terrestre, avrei dovuto vedere se potesse fondere sia il quarzo sia il ferro. Sulla Terra la lava va da circa 700 gradi Celsius a 1.250 gradi Celsius al massimo. Il quarzo ha un punto di fusione di circa 600 gradi Celsius, mentre il ferro di circa 1.538 gradi Celsius. Quindi, per determinare se la lava qui sul pianeta Minecraft si trova almeno nello stesso intervallo di temperatura di quella terrestre, mi è bastato trovare una pozza di lava, gettarci dentro del quarzo e del ferro e osservare i risultati. Se la lava non fosse riuscita a fondere nessuno dei due, avrebbe significato che la temperatura è inferiore a quella terrestre; se fosse riuscita a fondere entrambi, avrebbe significato che è più calda; se fosse riuscita a fondere solo il quarzo, avrebbe significato che si trova più o meno nello stesso intervallo di temperatura.

Non basta dire lava

Ecco i risultati dell’esperimento: ho gettato un blocco di quarzo e uno di ferro direttamente in una pozza di lava e ho osservato entrambi evaporare più o meno all’istante. Ovviamente mi aspettavo che il quarzo bruciasse subito, ma non mi aspettavo che anche il ferro bruciasse così velocemente (o almeno, non così in fretta). Ne ho dedotto che la lava qui sul pianeta Minecraft è ad almeno 1.538 gradi Celsius, se non addirittura più calda.

Ed ecco che la faccenda inizia a diventare complicata. Innanzitutto, la lava sembra essere piuttosto selettiva quando deve decidere se bruciare le cose o meno. Per esempio, gettando un blocco di quarzo nella lava, questo si scioglie, brucia e si disintegra all’istante, proprio come ci aspetteremmo. Tuttavia, quando ho costruito una vasca da bagno con blocchi di quarzo e ci ho versato sopra una bella colata di lava, la vasca si è riempita di roccia fusa ed è rimasta completamente integra. Non si è bruciata, carbonizzata e nemmeno fusa. Come possiamo spiegare il fatto che lo stesso materiale bruci all’istante quando viene gettato nella lava, ma che riesca anche a contenerla senza fondersi? Non ne ho idea. Non cercherò nemmeno di formulare una teoria al momento… almeno non ancora.

Un altro aspetto misterioso è la densità della lava sul pianeta Minecraft. Bisogna sapere che sulla Terra la lava è incredibilmente densa (è fatta di rocce fuse, dopotutto), quindi, in teoria, tutto ciò che vi viene gettato dentro dovrebbe galleggiare, almeno finché non brucia o si fonde. E invece non è così. Al contrario, tutto ciò che ho gettato nella pozza di lava è affondato quasi all’istante. È strano, considerando che nel mio esperimento precedente ci aveva messo molto tempo per scorrere lungo tutta la scala.

Luminite

Uno dei minerali più interessanti qui sul pianeta Minecraft è sicuramente la luminite. Questo minerale luminescente si trova attaccato al soffitto delle grotte del Nether e, quando viene colpito con un piccone, si frantuma all’istante diventando polvere. Questa polvere può essere facilmente ritrasformata in blocchi quadrati di luminite da un metro. La luminite assomiglia al magma e, allo stato naturale, è di colore ambra scuro con grandi macchie arancioni lucenti che ricoprono l’intera superficie.

L’aspetto che la rende così interessante è l’incredibile quantità di luce che emette (tanto quanto la mia lanterna più potente), senza produrre alcun calore percettibile. Un materiale del genere è estremamente utile. Non solo è una fonte infinita di luce (che devo ammettere non essere così strana in questo mondo come nel nostro), ma riesce a fare tutto ciò rimanendo strutturalmente integra e risultando utile nella costruzione di tantissime strutture portanti. Se fossimo abbastanza coraggiosi da raccogliere una grande quantità di luminite dagli abissi del Nether, potremmo facilmente costruire una casa o addirittura un castello (anche se io non la userei per le pareti esterne, dato che offre poca resistenza ai creeper che esplodono).

Inutile dire che sulla Terra non esiste niente di simile. Basandomi sull’aspetto, posso dire che la cosa che più le si avvicina è la pallasite, un meteorite molto raro composto da cristalli dorati sospesi in una rete metallica di ferro e nichel. Un blocco di pallasite di un metro cubo esposto al sole assomiglia parecchio alla luminite, ma purtroppo non emette luce. Il minerale terrestre più simile a questo tipo di materiale luminescente è probabilmente il fosforo. Quando è esposto all’ossigeno, emette una debole luminescenza attraverso un processo chiamato chemioluminescenza, ma questa luce non è brillante quanto quella emessa dalla luminite.

L’ossidiana

L’ossidiana sul pianeta Minecraft è una sostanza piuttosto interessante. La maggior parte delle rocce e dei minerali che hanno lo stesso nome dei corrispettivi terrestri (almeno secondo il banco da lavoro) è risultata abbastanza simile nell’aspetto, nell’uso e in molte altre qualità ai rispettivi omonimi. L’ossidiana del pianeta Minecraft, però, è parecchio diversa da quella della Terra. Sebbene da lontano siano simili, considerato che entrambe virano sul nero e sono molto riflettenti, osservandole da vicino, quella del pianeta Minecraft ha un tono più violaceo rispetto a quella terrestre, che tende ad assumere una sfumatura verdastra. Su entrambi i pianeti, l’ossidiana si forma attraverso processi geologici notevolmente simili, ma questa è l’unica analogia.

Sulla Terra, l’ossidiana non è né una roccia né un minerale, bensì un vetro vulcanico che si forma quando della lava molto densa e leggera raggiunge la superficie terrestre ma si raffredda troppo velocemente, impedendo la formazione dei cristalli. Proprio questa mancanza di cristalli la rende un vetro anziché un minerale. Essendo un vetro, sulla Terra risulta essere molto fragile, e si frantuma facilmente. Questa è forse la differenza più grande con l’ossidiana del pianeta Minecraft. Su questo pianeta, è uno dei materiali più duri e resistenti che abbia trovato: si fa molta fatica a estrarla e si devono usare solo i picconi più forti e robusti. Inoltre, è straordinariamente resistente alle esplosioni degli zombie, così come a qualsiasi esplosivo che ho testato nei miei esperimenti.

Come dicevo, sembra che l’ossidiana del pianeta Minecraft si formi in modo molto simile a quella della Terra, cioè raffreddando rapidamente la lava a contatto con l’acqua. È questo raffreddamento ultrarapido a provocare sulla Terra l’assenza di strutture interne cristalline (che, ovviamente, è l’aspetto che rende l’ossidiana così fragile). La cosa curiosa è che, nonostante il processo di formazione sia identico, i materiali risultanti hanno proprietà opposte da qualsiasi punto di vista, tranne per l’aspetto.

La netherite

La netherite è forse il materiale più raro sul pianeta Minecraft. Come suggerisce il nome, la possiamo trovare solo dall’altro lato del portale per il Nether (è estremamente difficile individuarla). Innanzitutto, non si presenta in blocchi di dimensione standard da un metro quadrato, come quasi tutto il resto sul pianeta Minecraft. Bisogna fonderne dei frammenti da una sostanza fossile chiamata detrito antico, un blocco estremamente duro e resistente che ricorda un tronco pietrificato sulla Terra.

Trovare abbastanza blocchi di detriti antichi per creare la netherite è già di per sé un’impresa monumentale. Anche nelle mie più lunghe spedizioni nel Nether, sebbene avessi portato attrezzature da scavo e tritolo e avessi ridotto a macerie vasti tratti della crosta, ho trovato solo piccoli depositi di detrito antico, che ho dovuto estrarre con un piccone di diamante facendo una fatica esagerata (a quanto pare il tritolo non gli fa un graffio).

Dopo che sono riuscito a ottenere la netherite, però, sono riuscito a trasformarla in armi, utensili e armature la cui resistenza non ha eguali sul pianeta Minecraft o sulla Terra. Decisamente più resistente dei diamanti, l’unico equivalente possibile nel nostro universo potrebbe essere la lonsdaleite, quasi altrettanto rara nel nostro universo quanto la netherite in questo. La lonsdaleite è un cristallo simile al diamante che si forma quando i meteoriti ricchi di grafite colpiscono la Terra. Il calore e la pressione estremi generati dall’impatto trasformano il grafite in un minerale molto simile al diamante, ma con una struttura cristallina esagonale anziché cubica. In teoria, se si riuscisse a trovare una buona quantità di questo minerale in forma puramente cristallina, sarebbe quasi il 60 percento più duro del diamante; tuttavia, nessuno sulla Terra è mai riuscito a isolare (o persino a sintetizzare) della lonsdaleite abbastanza pura da mostrarne le proprietà.

Un altro fatto interessante è che la netherite è un materiale fondamentale per forgiare la magnetite, il blocco magnetico in grado di alterare la direzione delle bussole del pianeta Minecraft, anche da grandi distanze. Sebbene non abbia potuto osservare le proprietà magnetiche della netherite, per qualche strano motivo, unendola con della pietra comune si ottiene questo straordinario effetto magnetico.

I diamanti

Tra le tante cose che spesso sogno di riportare sulla Terra nel caso in cui dovessi mai uscire da questo posto (la polvere di redstone, la netherite, una di quelle barche perfettamente in grado di navigare che si restringono fino alle dimensioni di un laptop), sicuramente riempirei almeno una delle mie tasche con un bel po’ di diamanti del pianeta Minecraft. Proprio come i loro omologhi terrestri, anche qui i diamanti sono relativamente rari e possiamo trovarli solo dopo tanta fatica. In questo mondo, però, l’estrazione è piuttosto semplice, quindi potrebbe capitarmi di trascorrere un piacevole pomeriggio a scavare nelle miniere più profonde che sono riuscito a creare e di tornarmene a casa con una dozzina di diamanti.

Proprio come sulla Terra, anche qui sul pianeta Minecraft i diamanti hanno un grande valore sia estetico sia pratico. Sono pietre preziose scintillanti e riflettenti, ma sono anche estremamente dure, il che le rende ideali per tagliare qualsiasi altro materiale. Questa, però, è l’unica analogia.

Parliamo del colore. I diamanti qui sul pianeta Minecraft sono tutti uguali: di un color azzurro chiaro con sfumature verdi. Sulla Terra possono essere blu e anche verdi, ma non ne ho mai visti con questa particolare tonalità. I diamanti della Terra assumono queste colorazioni in circostanze molto diverse durante la loro formazione. I diamanti blu si creano quando, durante la cristallizzazione, all’interno penetrano delle tracce di boro, mentre quelli verdi si formano quando i diamanti vengono esposti alle radiazioni, di solito in prossimità dell’uranio naturale. Sebbene alcuni diamanti blu, quelli a base di boro, possano avere leggere sfumature verdi e alcuni verdi possano essere bluastri, non ho mai visto sulla Terra il brillante colore acquamarina di questi diamanti (sebbene, ovviamente, alcuni diamanti artificiali potrebbero avere un aspetto molto simile, ma nessuno che si trovi in natura).

Altro sui diamanti

Sappiamo che i diamanti terrestri sono estremamente duri, il che li rende ideali per usi industriali, come tagliare la pietra o fabbricare precisi strumenti chirurgici. I diamanti del pianeta Minecraft non fanno eccezione: sono molto resistenti e possono produrre ottimi strumenti da taglio. Ma sono nettamente più duri di quelli della Terra, perché sono resistenti da tutte le angolazioni possibili.

Proprio come tutti i cristalli, anche i diamanti terrestri diventano resistenti grazie alla disposizione simmetrica degli atomi. Nei diamanti, abbiamo atomi di carbonio saldamente legati in una struttura cubica che li rende quasi indistruttibili, ma solo da determinati angoli. Proprio come per tutti i cristalli, anche nei diamanti esistono i cosiddetti piani di scistosità, cioè angoli in cui, se colpiti perpendicolarmente alla più forte disposizione degli atomi, non possono resistere a molta pressione. Ecco perché sulla Terra con i diamanti possiamo fare una punta da trapano molto resistente, ma se cercassimo di costruire una finestra dello stesso materiale, si frantumerebbe facilmente, come un normale vetro.

La scienza di Minecraft

Una lettura che racconta le realtà scientifiche che stanno dietro a questo iconico gioco.

I diamanti qui sul pianeta Minecraft, invece, riescono, in modo inspiegabile e misterioso, a mantenere la loro straordinaria resistenza da qualsiasi angolazione. Questo fa sì che possano essere usati in vari modi: io, per esempio, li uso per costruire le armature che mi permettono di proteggermi dalle pericolose creature di questo mondo (ed è l’utilizzo più utile che ho trovato fino a questo momento). Una corazza fatta con i diamanti che troviamo sulla Terra non sarebbe molto resistente, dato che un mostro potrebbe squarciarla colpendola nell’angolo sbagliato. Su Minecraft, invece, questo rischio non c’è. Qui il diamante conserva la sua durezza massima sia sulle armature sia sulle asce, per cui possiamo addirittura costruire una spada di diamante, cosa che non potremmo fare sulla Terra.

Diamanti che pesano

E un’altra cosa: è vero che in un giorno possiamo trovare anche una dozzina di diamanti, ma dobbiamo ricordare che questi diamanti sono, in termini puramente scientifici, enormi. Quando, sul pianeta Minecraft, estraiamo un blocco di diamanti, otteniamo sempre un diamante delle stesse dimensioni. Mettendone nove nel banco da lavoro, possiamo creare un blocco di diamante che misura esattamente un metro cubo. E presumendo che i diamanti di Minecraft abbiano la stessa densità di quelli terrestri, ogni blocco peserebbe circa 3,514 chilogrammi. Ciò significa che ogni singolo diamante pesa approssimativamente 390,4 chilogrammi. Dato che sulla Terra i diamanti sono così piccoli, di solito vengono misurati in carati anziché in chilogrammi, dove un carato equivale a 0,2 grammi. Credo sia chiaro dove voglio andare a parare…

Se ogni chilogrammo contiene 5.000 carati e ogni diamante del pianeta Minecraft pesa 390,4 chilogrammi, allora ogni singolo diamante su questo pianeta equivale a 1.950.000 carati.

Per dare un’idea, il più grande diamante grezzo mai trovato sulla Terra pesava poco più di 3.000 carati e valeva quasi 372 milioni di euro.

La casualità geologica

L’ultimo argomento che vorrei trattare riguarda la posizione e la disposizione delle varie rocce e minerali su Minecraft. Senza dubbio, è uno dei misteri più strani e inquietanti che mi sia trovato ad affrontare da quando sono arrivato qui, e sebbene creda che sia importante parlarne, temo di non avere ancora un’interpretazione coerente da offrire.

Il modo migliore per spiegare questo mistero è tirare in ballo l’andesite e il carbone. Come probabilmente sapete, sia l’andesite sia il carbone sono relativamente comuni sulla Terra, così come lo sono qui sul pianeta Minecraft. Inoltre, quelli del pianeta Minecraft presentano molte proprietà simili ai corrispondenti terrestri. Su entrambi i pianeti, l’andesite è una roccia grigia a grana fine punteggiata di pallide cristallizzazioni giallastre, mentre il carbone è una roccia nera con sfumature grigio scuro. L’andesite di Minecraft è dura, resistente e durevole come quella della Terra, e il carbone di Minecraft è più molle dell’andesite e combustibile, proprio come quello terrestre. In effetti, non c’è nessuna qualità significativamente diversa tra queste due rocce nei due pianeti, se non, ovviamente, il fatto che siano completamente diverse.

Quindi, perché queste due rocce mi incuriosiscono tanto? Semplice: per la loro posizione.

Sulla Terra, l’andesite è una roccia ignea estrusiva, il che significa che si forma quando il magma fuoriesce dalla Terra e si solidifica in superficie o molto vicino a essa. Il carbone, invece, è una roccia sedimentaria organica che si forma quando grandi quantità di piante morte si accumulano in un ambiente povero di ossigeno come una palude, per poi compattarsi nel corso di milioni di anni. Le circostanze e l’ambiente necessari per la formazione di queste due rocce non potrebbero essere più diversi (tanto diversi quanto un lago di magma bollente e il fondo di una palude fredda e umida). Una cosa che possiamo dire con certezza di questi due tipi di rocce è che non potrebbero mai e poi mai formarsi una accanto all’altra. Non solo i loro ambienti sono estremamente diversi, ma, se il magma necessario alla formazione dell’andesite dovesse mai avvicinarsi al carbone o a qualsiasi processo che lo costituisce, lo incenerirebbe bruciandolo del tutto, dato che il carbone, non dimentichiamolo, è infiammabile! Trovare il carbone accanto all’andesite sulla Terra sarebbe come trovare dei gelati in un forno ventilato.

Eppure, è proprio qui sul pianeta Minecraft che trovo il carbone. Molto spesso, tra l’altro. La prima volta che ho trovato l’andesite, stavo cercando il carbone: non potete immaginare la mia sorpresa quando l’ho individuato e ho visto che era circondato di andesite. Il grande mistero della geologia del pianeta Minecraft rimane irrisolto.

La teoria del frullatore

Non riguarda solo il carbone e l’andesite, comunque. Da quello che riesco a capire, sembra che non ci sia praticamente nessuna logica nella posizione o formazione della maggior parte delle rocce e minerali al di sotto della superficie di questo pianeta. Certo, alcune cose si formano in modi più o meno comprensibili (come l’ossidiana accanto alla lava, per esempio), ma la stragrande maggioranza sembra disposta a caso, qua e là sottoterra. È un po’ come se qualcuno avesse preso un pianeta normale, lo avesse messo nel frullatore più grande del mondo e poi avesse semplicemente pressato tutto insieme piantandoci sopra erba e alberi.

Quindi, sì, questa è probabilmente la teoria più ragionevole che riuscirò a tirare fuori per spiegare la casualità geologica di Minecraft: la teoria del frullatore gigante.

Questo articolo richiama contenuti da La scienza di Minecraft.

Immagine di apertura originale di taopaodao su Unsplash.

L'autore

  • James Daley
    James Daley è scrittore, docente e convinto sostenitore dell'apprendimento basato sui giochi. Trascorre il suo tempo insegnando scrittura agli studenti universitari, creando siti web sui videogiochi e curando antologie di narrativa e retorica politica.

Iscriviti alla newsletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.

Libri che potrebbero interessarti

Tutti i libri

La scienza di Minecraft

Cosa c'è dietro i blocchi, le miniere, i biomi e molto altro ancora?

18,75

26,99€ -31%

15,20

16,00€ -5%

10,99

di James Daley