Home
Milano festeggia il rilascio di Firefox 1.0

16 Novembre 2004

Milano festeggia il rilascio di Firefox 1.0

di

Venerdì 19 novembre si svolgerà a Milano, al Centro Colore Moncucco, un party per il rilascio di Firefox 1.0. L'iniziativa ha carattere spontaneo e si pone nel solco del crescente entusiasmo che questo browser sta riscuotendo tra gli utenti del Web in tutto il mondo.

Significativo è sia il fatto che manifestazioni simili siano previste in diversi paesi di tutto l’emisfero (come si può vedere sul sito Mozparty2), sia che a FF venga dedicato un vero e proprio party (che al momento conta già più di un centinaio di iscritti) e non un meeting riservato a iniziati e operatori del settore.

La festa si svolgerà al Centro Colore Moncucco (ingresso dalle ore 21.00), non molto lontano dalla piazza dei navigli milanesi, tradizionalmente ricca di locali di tendenza. L’idea è quella di ritrovarsi per festeggiare la release di Firefox 1.0 tra musica, rinfreschi, drink e un’immancabile torta (data l’occasione); dividendosi tra balli e demo point – con relativa connessione a Internet – in modo da provare insieme le funzionalità dell’ultima versione del pandino rosso.
Per una sera il logo del browser uscirà così dalla Rete per diventare il tema di un momento festoso.

L’evento è sintomatico delle dimensioni che il fenomeno Firefox sta assumendo. Niente del genere avviene per gli altri browser (IE in primis). Difficilmente un privato si preoccupa di organizzare un party per il rilascio di un software, e tanto meno questo avviene su scala mondiale (fa eccezione il solo Linux). Insomma, sembra sempre più possibile parlare, con buona cognizione di causa, di Firefox come fulcro di una community in rapida crescita, ma anche come fenomeno di costume sempre più diffuso tra il popolo della Rete.

“Get Firefox!”: sono in rapido aumento i siti che espongono questo bottone. Il webmaster invita l’utente al download, a provare un’esperienza di navigazione nuova, migliore, che non può non rivelarsi gratificante, anche per i meno esperti. E poiché il browser è lo strumento che, di fatto, accompagna i nostri viaggi nel Web, ecco che può nascere un forte legame con il suo utilizzatore.

Ma perché affezionarsi a Firefox? Cosa offre nella sua ultima versione?

Non è questa la sede per elencarne tutte le funzionalità (si tenga comunque presente che su MozillaItalia.org sono disponibili le FAQ in italiano da leggere magari insieme alle 101 cose che Mozilla può fare, ed IE no), ma, per chi ancora non lo conosce, vale almeno la pena ricordare il blocco dei pop-up, la navigazione a schede (che consente di aprire tantissime pagine Web senza riempire il desktop di nuove finestre rendendo così la navigazione molto più semplice e veloce), la maggiore sicurezza, la semplicità della gestione dei cookies, delle password salvate e dei download; in più le funzioni di ricerca integrata con Google e con altri motori e la possibilità di utilizzare i sempre più diffusi feed RSS.

A tutto questo si devono affiancare le numerose estensioni che permettono di aggiungere nuove funzionalità (si va da strumenti specifici, come gli editor per HTML e CSS o come il recente FireFTP che trasforma il browser in un client FTP, adatti a chi col Web ci lavora, a semplici pulsanti per migliorare la qualità della navigazione, come lo zoom delle immagini) e l’ampia disponibilità di temi per cambiare e personalizzare il layout della finestra del browser. Il tutto ovviamente open-source e gratuito.

Insomma i presupposti sembrano essere in favore di un successo annunciato e del resto i circa 5 milioni di download della Preview Release sono di buon auspicio. Sale quindi la febbre da Firefox e per la prima volta dal declino di Netscape si torna a parlare di una nuova fase della guerra dei browser.

I prossimi mesi saranno a questo proposito sicuramente ricchi di spunti di riflessione, nel frattempo per tutti gli interessati l’appuntamento è venerdì 19 novembre a Milano (per informazioni e contatti è online un sito dedicato al firefoxparty italiano, il form per le iscrizioni e la lista degli iscritti sono invece disponibili sul sito ufficiale Mozparty2).

L'autore

  • Fabio Brivio
    Fabio Brivio laurea in Storia Medievale e master in Informatica e Comunicazione, è il Responsabile per l'Editoria e la Formazione in Apogeo. Si interessa alla ricerca e allo sviluppo di soluzioni per l’editoria digitale e crede nella sinergia tra scienze umane e tecnologia. Ha ideato e coordinato lo sviluppo di un CMS utilizzato dagli editori del Gruppo Feltrinelli. Lo potete trovare in Rete partendo da briv.io oppure in cammino lungo qualche antica via tra Santiago, Roma e Gerusalemme.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.