Home
Microsoft si piega all’Open Source

25 Febbraio 2008

Microsoft si piega all’Open Source

di

Microsoft renderà accessibili le sue API e i protocolli di comunicazioni di Windows e Office

Microsoft ha annunciato l’intenzione di rivoluzionare la gestione delle informazioni tecniche proprietarie e delle attività di impresa. In pratica l’obiettivo è quello di risolvere i problemi di trust sollevati più volte dalla Comunità Europea e, fondamentalmente, rendere Windows, Office e tutti i prodotti più importanti maggiormente interoperabili con le altre soluzioni disponibili sul mercato.

«Queste scelte sono state fatte in autonomia», ha affermato Steven A. Ballmer, CEO di Microsoft, durante l’annuncio. «La mossa è il frutto del riconoscimento dell’attuale situazione legale, ed anche un tentativo per adattarsi alle opportunità e ai rischi di un mondo sempre più connesso ed orientato ai servizi online».

La prima azione sarà quella di pubblicare online 30 mila pagine di documentazione tecnica dettagliata riguardanti le dinamiche di comunicazione e di condivisione delle informazioni di Windows e delle soluzioni software Server. A poche ore dall’annuncio la Commissione Europea ha diffuso un comunicato di commento. «Questo annuncio non si riferisce alla questione se Microsoft abbia o meno ottemperato in passato alle norme antitrust UE in quest’area», si legge nel comunicato UE. «La Commissione accoglierebbe con favore qualsiasi mossa verso una vera interoperabilità. Tuttavia, la Commissione nota che l’annuncio odierno segue almeno altre quattro dichiarazioni simili da parte di Microsoft nel passato sull’importanza dell’interoperabilità».

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.