Home
Microsoft ed Electronic Arts: è accordo

18 Dicembre 2000

Microsoft ed Electronic Arts: è accordo

di

La più importante software house del mondo annuncia ufficialmente il suo supporto per X-Box. Dieci i titoli previsti previsti per la console Microsoft. La leadership Sony ha i giorni contati?

È ufficiale, l’azienda di Seattle ha confermato l’accordo strategico con Electronic Arts, la software house di San Mateo, California, celebre in tutto il mondo per le sue serie di videogiochi sportivi. L’alleanza prevede lo sviluppo da parte di Electronic Arts di numerosi titoli per X-Box, la console Microsoft che sarà introdotta sul mercato americano il prossimo autunno.

Larry Probst, amministratore delegato di Electronic Arts, ha lodato la strategia di mercato di Microsoft e le potenzialità tecniche di X-Box: “Siamo entusiasti di X-box – ha dichiarato nei giorni scorsi – e della dedizione dimostrata da Microsoft alla piattaforma. Microsoft dispone della visione, della tecnologia e delle risorse necessarie per avere un impatto notevole sull’industria dell’intrattenimento elettronico.” L’annuncio ha un che di plateale, considerando che Electronic Arts fa parte del gruppo di membri fondatori del Xbox Advisory Board (XAB), il “nocciolo duro” di sviluppatori messi assieme da Microsoft. Allo stesso tempo è significativo, considerando la tradizionale resistenza di Electronic Arts a supportare nuove piattaforme (a tutt’oggi, EA non sviluppa per Sega Dreamcast).

Robbie Bach, vice presidente della divisione videogiochi di Microsoft e project manager del progetto XBox, ha aggiunto: “Electronic Arts è considerata l’azienda leader a livello mondiale nel settore dei videogames. Il supporto che offrirà a X-Box, contribuirà ulteriormente a rafforzare la nostra piattaforma sul mercato. Sono certo che Electronic Arts sarà in grado di offrire ai giocatori esperienze ludiche mai viste prima.”

Electronic Arts – che ha ordinato a Microsoft qualcosa come cinquecento kit di sviluppo – sta attualmente lavorando a dieci giochi per X-Box, che saranno disponibili nei primi sei mesi dalla sua commercializzazione. I titoli non sono ancora stati rivelati, ma è lecito attendersi nuovi episodi di Fifa Soccer, John Madden Football, NHL Live, NBA Live, Knockout Kings e SSX, ossia le principali franchigie di EA. Alcune versioni saranno disponibili esclusivamente sulla piattaforma Microsoft. Inoltre, considerando il rapporto più che amichevole tra Electronic Arts e la giapponese Squaresoft, è facile pronosticare un adattamento di Final Fantasy. Più che probabile, infine, l’apparizione dell’adattamento elettronico su X-Box di Harry Potter, i cui diritti sono stati acquistati proprio da Electronic Arts poche settimane fa. Altri possibili candidati al trasbordo sono The Sims e la serie di 007.

Ma le manovre videoludiche di Microsoft non finiscono qui. Pochi giorni fa, l’azienda di Redmond ha potenziato considerevolmente la sua divisione ludica rilevando Digital Anvil, l’azienda texana fondata da Chris Roberts, uno dei più grandi game designer della storia videoludica.

Roberts, autore della popolare serie di Wing Commander – e regista dell’omonimo film – ha reso noto che lascierà presto l’azienda per intraprendere nuove avventure, ma non prima di aver concluso il suo capolavoro, FreeLancer, un ambizioso simulatore di combattimenti spaziali previsto in esclusiva per X-Box e PC. Il gioco, che sarà disponibile verso la fine del 2001, ha paradossalmente già ricevuto una serie di riconoscimenti internazionali durante l’ultima edizione dell’Electronic Entertainment Expo. Freelancer è stato infatti votato come Best of Show, Best Game – pc, Best Simulation e Outstanding Achievement in Graphics. In altre parole, Microsoft ha per le mani una possibile killer application per X-Box.

L’acquisto di Digital Anvil è solo l’ultimo di una serie. Microsoft sta infatti sistematicamente rilevando le più importanti case di sviluppo americane al fine di assicurarsi un supporto esclusivo per X-Box. Qualche mese fa, Bungie Software Products, attualmente al lavoro su Halo, giudicato uno dei progetti videoludici più innovativi in fase di sviluppo – era ufficialmente entrata a far parte della famiglia Microsoft. Sono oltre duecento le software house attualmente impegnate allo sviluppo di giochi per X-Box, tra cui colossi giapponesi del calibro di Konami, Namco e Capcom.

Sony, per il momento, tace.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.