RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
L’Università di California porta in tribunale AOL TW per 450 milioni di dollari

17 Aprile 2003

L’Università di California porta in tribunale AOL TW per 450 milioni di dollari

di

Da quando sono venute fuori le magagne sul bilancio di AOL Time Warner, per il colosso americano sono iniziati i guai giudiziari. Oltre ai controlli della SEC, dello Stato della Virginia e dell’FBI, si aggiungono le cause intentate dall’Università della California e da un fondo d’investimenti.

Questi ultimi accusano il gigante americano dei media di aver gonfiato in un periodo il corso delle proprie azioni attraverso “trucchi”, artifici e transazioni fraudolente.
L’università dice di averci rimesso 450 milioni di dollari e il fondo della Amalgamated Bank, 55,9 milioni di dollari, tutto perché AOL ha gonfiato di un miliardo di dollari i guadagni per l’anno finanziario 2000-2001.

Le due parti in causa hanno anche individuato i colpevoli: il presidente del consiglio di amministrazione, Steve Case, l’ex amministratore Gerald Levin e il fondatore della CNN, Ted Turner.

Per facilitare la fusione tra i due gruppi (AOL e Time Warner) nel gennaio 2001, sono stati gonfiati il numero di abbonati e le entrate dovute al commercio elettronico e alla pubblicità.
Dopo la fusione, il valore delle azioni dell’azienda è calato vistosamente a causa dei cattivi risultati di AOL. In questa settimana un’azione valeva 12,51 dollari, una perdita del 78 % rispetto al gennaio 2001.

Secondo l’università e il fondo d’investimenti, i responsabili delle due aziende avrebbero spinto per la fusione con lo scopo di incassare soldi dalla vendita delle loro stock-option.
Dopo la fusione sarebbero state liquidate 35 milioni di azioni detenute dai cinque principali responsabili dell’azienda, per un valore di circa 1,7 miliardi di dollari, secondo quanto riferiscono gli accusatori.

Questi, poi, definiscono anche i guadagni ad personam: 157 milioni di dollari a Steve Case e 94 milioni di dollari a Bob Pittman, ex dirigente del network MTV.

L’Università di California, nel gennaio del 2001, era in possesso di 11,3 milioni di azioni di Time Warner, per un valore di circa 800 milioni di dollari e nessuna azione AOL.
“L’Università di California aveva investito in una società solida – si lamenta il tesoriere che avrà dovuto spiegare le perdite a un consiglio di amministrazione infuriato – Il valore di questo investimento è stato gravemente degradato per colpa della fusione”.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.