Home
Lo scrittore straniero ha la meglio su quello italiano

31 Ottobre 2005

Lo scrittore straniero ha la meglio su quello italiano

di

Così le donne italiane si lasciano trasportare dal fascino della narrativa estera

Il portale e-commerce www.365bookmark.it ha svolto un’interessante indagine che ha visto per protagoniste alcune giovani donne italiane tra i 17 e i 30 anni.

Il tema dell’ intervista riguardava i libri e il rapporto delle intervistate con la lettura in generale.

Innanzitutto è emerso che circa il 20% delle navigatrici del sito e-commerce preferisce leggere soprattutto opere di narrativa straniera, a seguire la narrativa italiana, i gialli e, infine, il genere del diario, forse portato dal successo che ha avuto la scrittrice Melissa P. con i suoi libri.

Ma a cosa si deve questo fascino che spinge a leggere e a preferire lo “straniero” al nostrano?

La realtà dei fatti è, in fondo, molto semplice.

Senza nulla togliere alla bravura degli scrittori in lingua inglese, non dimentichiamo che circa il 65% dei testi che incrementano la produzione nazionale, è tradotta dall’inglese, a cui seguono le traduzioni dal francese e dal tedesco.

Sta aumentando anche l’interesse per la letteratura nordica e per i paesi dell’Est.

Infine, non meno interessante è constatare che, sempre secondo l’indagine del sito 365bookmark, sono le ragazze a leggere di più dei loro coetanei maschi, anche se la differenza non è poi così netta: il 52% delle donne contro il 42% degli uomini.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.