Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
L’Mp3 Surround al banco di prova

29 Dicembre 2004

L’Mp3 Surround al banco di prova

di

L'Istituto Fraunhofer propone, sul suo sito Web, un software di decodifica e lettura Mp3 Surround, nella speranza di fare di questo formato di compressione audio multicanale un riferimento per i distributori di musica online

L’Mp3, il formato più famoso di compressione audio, inventato dal tedesco Istituto Fraunhofer e brevettato da Thomson, compie 12 anni e si trova a dover affrontare una nuova sfida. Dallo scorso 2 dicembre, infatti, è stato ufficialmente rilasciato il formato Mp3 Surround.

L’Mp3 Surround sta all’Mp3 come il Dolby Digital 5.1 sta allo stereo a 2 canali: una riproduzione sonora basata su cinque casse (tre anteriori e due posteriori rispetto allo spettatore) e un subwoofer, che permette di ottenere un suono strepitoso, ben noto agli appassionati di Home Cinema.

Dall’inizio del mese di dicembre, un kit di prova è a disposizione gratuitamente sul sito dell’Istituto, e comprende un software di lettura audio e decodifica che permette di creare file Mp3 Surround a partire da pezzi già registrati in formato 5.1.

Il lettore è a disposizione per un tempo illimitato, mentre il decoder resterà attivo solo fino al 31 dicembre 2005 poi, codificatore e lettore saranno soggetti al pagamento di royalties da parte di Thomson.

Conquistare l’industria musicale

L’Istituto Fraunhofer spera di fare dell’Mp3 Surround il formato di riferimento per i distributori di musica online e per le radio digitali ma, prima di questo, deve conquistare i musicisti, i produttori e gli studi di registrazione. Questo perché le registrazioni Surround sono oggi del tutto marginali. I due supporti multicanale, il 5.1 per la musica, i dischi SACD e i Dvd-Audio, sono ancora rarissimi nei cataloghi.

“È il classico problema dell’uovo e della gallina – commenta Jan Nordmann, responsabile marketing dell’Istituto -. La musica Surround ha bisogno di un formato di compressione per essere diffusa su Internet, ma questo formato non può imporsi presso la gente se il contenuto non esiste ancora”.

Per convincere l’industria musicale, l’Mp3 Surround dovrà inoltre liberarsi della “cattiva reputazione” dell’Mp3, simbolo delle reti di scambio di file P2P, poco amate dall’industria musicale. Non rimane altro da fare che aspettare, dunque, per sapere se l’Mp3 Surround si diffonderà o conoscerà la stessa sorte dell’Mp3 Pro, formato lanciato nel 2001 da Thomson per offrire un migliore tasso di compressione e, di conseguenza, una qualità audio superiore, ma senza riscuotere alcun successo.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.